Elettricita' e calore dallo spazio alla Terra via laser

jaxa solare

Riscaldare le abitazioni sulla terra attraverso un sistema laser dallo spazio. Anche la Scozia, insieme a Giappone, Cina e Stati Uniti si sposta oltre i confini terrestri per cercare energia pulita. Attraverso una serie di collettori solari giganti in orbita geosincrona l'energia accumulata a un'altezza di 36mila km verrebbe inviata sulla Terra tramite laser.

Un campo di studi ormai da tempo oggetto di interesse di paesi, considerato ai confini con la fantascienza. Ma la produzione di energia nello spazio potrebbe diventare realtà, e entro 25 anni, secondo i ricercatori della Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA).

L'agenzia giapponese ha stilato una propria roadmap con una serie di dimostrazioni orbitali che porteranno allo sviluppo nel 2030 di un sistema commerciale di 1 GW, più o meno l'energia prodotta da una centrale nucleare.

Ricerca di base 2014-2020

Esperimento satellitare da 1kW: 2017

Fase di sviluppo 2021-2030

Esperimento satellitare da 100kW: 2021

Esperimento satellitare da 2MW: 2024

Dimostrazione di una centrale elettrica da 200 MW: 2028:

Fase commerciale 2031-2040

Centrale elettrica su vasta scala da 1GW: 2031

Avvio dei progetti industriali per l'energia solare commerciale spaziale dal 2037 con un lancio all'anno.

Il Giappone ha un particolare interesse a trovare una fonte abbondante di energia pulita, soprattutto dopo l'incidente alla centrale nucleare di Fukushima Daiichi, essendo privo o quasi di combustibili fossili da destinare agli impianti rinnovabili di grandi dimensioni. Immaginate di affacciarvi sulla baia di Tokyo dall'alto e vedere un isola artificiale nel porto, lunga 3 km. Una rete massiccia si allunga sopra l'isola, costellata da 5 miliardi di minuscole antenne, che convertono l'energia a microonde in corrente elettrica. Sull'isola è poi presente una sottostazione che trasmette l'elettricità attraverso un cavo sottomarino a Tokyo.

Sul fronte tecnico, i recenti progressi nella trasmissione di potenza wireless consentirebbero l'installazione delle antenne in orbita, permettendo loro di inviare un fascio preciso anche a grandi distanze. I ricercatori della Jaxa stanno lavorando su due concept differenti. In quello più semplice, un enorme pannello quadrato di 2 km per lato sarebbe coperto con elementi fotovoltaici sulla parte superiore. Questo pannello sarebbe sospeso attraverso “fili” lunghi anche 10km, collegati a una navicella grande quanto un autobus, che ospita i controlli del satellite e i sistemi di comunicazione. La navetta fungerebbe da contrappeso all'enorme pannello.

Solaregiappo

Il secondo progetto consiste in un sistema formato da due specchi per riflettere la luce solare su due pannelli. Gli specchi sarebbero scollegati dai pannelli ma in grado di indirizzare su di loro la luce per 24 ore al giorno.

Questo modello è difficile da costruire, ma potrebbe generare costantemente energia sotto forma di corrente continua, che sarebbe poi convertita in microonde dal satellite, fino all'invio nella rete sulla Terra.

E il calore? A lavorare su questo fronte è uno scienziato scozzese che spera di fornire una soluzione pulita per il riscaldamento delle case in futuro. Il dott Adrian Quarterman della Dundee University, sta lavorando a un laser che permette di convertire i raggi del sole in energia. Come? Attraverso una serie di satelliti in orbita attorno alla terra, ancora una volta con un sistema di specchi in grado di raccogliere la luce solare e convertirla in luce laser. L'energia creata, utilizzando semiconduttori, potrebbe essere inviata a terra e trasformata in calore.

Le prime prove in Scozia hanno già avuto successo, ma il dottor Quarterman spera di effettuare altri test in Portogallo. Il suo laser spaziale potrebbe però essere usato anche come arma.

Francesca Mancuso

Foto: Spectrum.ieee.org

LEGGI anche:

Dal 2050 energia solare dallo spazio: anche la Cina ci prova

A caccia di energia nello spazio: i pannelli fotovoltaici giapponesi in orbita

Energia: il fotovoltaico vola nello spazio

Nel 2025 la prima centrale elettrica nello spazio

Catturare l'energia solare nello spazio per poi inviarla sulla Terra. L'idea del Pentagono

Pin It

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico