Nextme

Luna: si attende lo sbarco di una delle sonde gemelle Grail-A

grail

Ci siamo quasi. Domani la sonda Grail-A entrerà nell'orbita lunare dando avvio all'omonima missione. Dopo 4 mesi di viaggio il dispositivo accederà all'orbita del nostro satellite naturale, dove rimarrà per nove mesi al fine di studiarne il campo gravitazionale e di mapparlo.

Partita l'8 settembre scorso insieme alla sonda gemella Grail-B, Grail-A andrà dunque alla scoperta del sottosuolo lunare.

Scopo della missione Grail è quello di studiare da vicino il nostro satellite, soprattutto per esaminarne le parti meno conosciute, ossia quelle più interne. Le nuove tecnologie utilizzate dalle sonde consentiranno loro di fornirci dati e misure del cuore della Luna con una precisione senza precedenti.

"Questa missione riscriverà i libri di testo sull'evoluzione della luna", ha commentato Maria Zuber, coordinatrice della missione Grail per il Massachusetts Institute of Technology di Cambridge. "Le nostre due navicelle si sono comportate bene durante il viaggio, e hanno confermato i piani previsti dai nostru strumenti scientifici e ha confermato le prestazioni necessarie per raggiungere i nostri obiettivi".

Le due sonde, incapsulate una accanto all'altra all'interno della parte superiore del razzo vettore Delta II, hanno percorso circa 250mila miglia ovvero 402.336 km. I viaggi delle missioni della Nasa che hanno portato l'uomo sulla Luna, a bordo della navicelle Apollo, sono durati circa 4 giorni per coprire la distanza Terra-Luna ma in questo caso, le sonde Grail hanno percorso una distanza 30 volte superiore, raggiungendo 2,5 milioni di miglia, ossia 4 milioni di chilometri.

Ma dove saranno adesso le due navicelle? Gli ultimi dati forniti dalla Nasa hanno rivelato che il 28 dicembre, la sonda Grail-A si trovava circa a 65.860 miglia (106mila km) dalla luna e la sua velocità era di 745 miglia all'ora (1.200 chilometri all'ora) mentre la Grail-B si trovava a 79.540 miglia (128mila km) dalla luna e la sua velocità era di circa 1.228 chilometri all'ora.

Il tempo in viaggio trascorso dalle sonde ha permesso agli organizzatori della missione di valutarne lo stato di “salute” e ha permesso di testate anche una componente importantissima della sonda, l'oscillatore Ultra Stable, che ha consentito ai due dispositivi di raggiungere una temperatura stabile molto prima dell'avvio delle misurazioni scientifiche all'interno dell'orbita lunare.

Ormai manca davvero poco. Durante la fase finale dell'avvicinamento alla Luna, le sonde si muoveranno verso sud, sorvolando il polo sud lunare. L'inserimento nell'orbita lunare per Grail-A durerà circa 40 minuti con una variazione di velocità pari a 688 chilometri all'ora, mentre per l'inserimento, dopo 25 ore dalla collega, Grail-B impiegherà circa 39 minuti e la sua velocità varierà di 691 chilometri all'ora.

In entrambi i casi, come rivela la Nasa, le manovre di inserimento avverranno all'altezza del polo sud e seguiranno un'orbita ellittica con un periodo di 11,5 ore. Nelle settimane successive, la squadra che segue Grail dalla Terra cercherà di ridurre il loro periodo orbitale dalle attuali 11,5 ore a poco meno di due ore.

All'inizio della fase di studio, poi, nel marzo 2012, le due sonde Grail si muoveranno ad un'altezza di 34 miglia (55 chilometri), seguendo un'orbita quasi circolare.

Francesca Mancuso

NextMe.it è un supplemento di greenMe.it Testata Giornalistica reg. Trib. Roma, n° 77/2009 del 26/02/2009 - p.iva 09152791001 - © Copyright 2009-2012

Top Desktop version