Ecco come trasformare l'iPhone in un assistente personale

iPhone assistente personale

Gli smartphone, nonostante il loro nome, non sono poi così intelligenti: si limitano a fare quello che noi diciamo loro di fare, e alla lunga star sempre a dare istruzioni può diventare noioso. Grazie ad alcune applicazioni, però, non solo potremo rendere il nostro cellulare più intelligente, ma trasformarlo in una sorta di assistente personale che ci legge nel pensiero, dandoci le informazioni che vogliamo esattamente quando ne avremo bisogno: il traffico lungo il nostro tragitto, il promemoria per comprare il latte quando passiamo davanti al supermercato e persino sms automatici ai nostri amici mentre stiamo guidando per andare a trovarli. Ecco nel dettaglio le applicazioni più smart per iPhone.

Mai più in ritardo con GoTime

Programmare il tempo di viaggio necessario per recarci ad un appuntamento è faticoso: dobbiamo guardare il calendario per vedere dove dobbiamo andare, cercare su internet informazioni sul traffico e pensare alla strada da percorrere. GoTime fa tutto questo automaticamente: scansiona il nostro calendario per trovare gli eventi in programma, ci avvisa quando dobbiamo partire, in base alla nostra posizione geografica e ci mostra quanto tempo impiegheremo ad arrivare. Potremo dirgli il mezzo che utilizzeremo (automobile o mezzi pubblici), così non arriveremo mai più in ritardo.

Cue, e il calendario diventa più smart

Il calendario dell'iPhone è utilissimo e fatto bene, ma le note, i luoghi, le informazioni di contatto e qualsiasi altra cosa va aggiunta manualmente. Cue è un calendario intelligente per iOS che ci fornisce tutte le informazioni che ci servono quando ne abbiamo più bisogno, senza dover immettere tutto da noi. Se il nostro calendario ci riporta semplicemente "cena con Tom", Cue cercherà nelle nostre email, nei contatti, nei social network ed in altri servizi per scoprire chi è Tom, dove si svolgerà la cena ed aggiungerà automaticamente al calendario queste informazioni. Quindi, aprendo su Cue "cena con Tom", il programma individuerà il ristorante dalle email che ci siamo scambiati ieri con Tom, ci darà un link diretto per chiamarlo e le indicazioni stradali per il ristorante, il tutto in un'unica applicazione. Attivando le notifiche push, Cue avremo sempre un promemoria aggiornato di tutte le informazioni che ci servono, quando ci servono.

Checmark, il promemoria al momento giusto

Quante volte, tornando a casa, passiamo davanti all'alimentari ma ci dimentichiamo che dovevamo comprare il latte? In nostro aiuto arriva Checkmark, il promemoria georeferenziato: noi inseriamo i luoghi che ci interessano (come il negozio di alimentari, l'indirizzo di casa nostra, la banca...), Checkmark ci invierà una notifica ogni volta che passeremo davanti ad uno di essi. Checkmark ci ricorderà quindi di comprare subito il latte, ricordare di fare il bucato quando saremo a casa e di fare qualsiasi altra cosa georeferenziabile. Checkmark è molto semplice e rapido da usare, bastano pochi tocchi per impostare un promemoria. C'è da dire però che Checkmark non è una novità: Promemoria infatti, presente dall'inizio su ogni iPhone, fa le stesse identiche cose, anche se il procedimento richiede qualche tap in più.

Quando arrivo? Twist dice ai miei amici dove mi trovo

Bene, ora non siamo più in ritardo ed abbiamo tutte le informazioni sul nostro prossimo appuntamento ma… c’è sempre il traffico che può farci fare tardi. Twist tiene traccia della nostra posizione attuale, sa dove siamo diretti (grazie al calendario), ed invia automaticamente ai nostri amici un sms con scritto quando siamo partiti e quando dovremmo arrivare; se l’ora di arrivo prevista cambia, li aggiorna. In questo modo eviteremo le continue chiamate da parte dei nostri amici per sapere dove siamo.

Passbook, i nostri buoni sempre con noi

Tessere regalo, coupon ed altri buoni sono sempre utili, ma è difficile ricordarsi di portarli con noi ogni volta che andiamo a fare shopping, e ancor più difficile ricordarsi di averceli al momento di pagare. Con iOS 6 però è arrivato Passbook, progettato proprio per questo scopo: ogni volta che avremo a che fare con un servizio che supporta Passbook (come biglietti per i film Fandango, gift card di Starbucks e altro) l’app salverà automaticamente il voucher, in modo da averlo sempre con noi. Poi, quando entreremo in un negozio di cui abbiamo un buono, Passbook ce lo ricorderà con una notifica. In poche parole, non dovremo ricordarci più niente.

Cosa c’è vicino a me? AroundMe, Yelp e OpenTable

Una delle applicazioni più interessanti e utili per iPhone (ma non solo) è AroundMe, che ci mostra in pochi secondi bar, ristoranti, pub, distributori di benzina, banche, farmacie, uffici postali ed altri locali che si trovano nelle nostre vicinanze. Yelp e OpenTable sono due applicazioni simili, che ci offrono una grande lista di ristoranti ed altri luoghi intorno a noi corredati da consigli di viaggio, prezzi e tante altre informazioni. OpenTable ci mostra addirittura il menu del ristorante, ci dice i tempi di attesa e ci dà anche un diritto di prenotazione. In questo modo, se dovessimo trovarci in una zona che non conosciamo e volessimo andare a cena fuori, troveremo subito un locale nelle nostre vicinanze e potremo prenotare un tavolo in pochi minuti. Rispetto ad AroundMe, chi sceglierà Yelp o OpenTable potrà contare anche sulla ricca community di utenti che, come avviene sul noto sito TripAdvisor, ci darà subito un’idea di massima della qualità del locale in cui stiamo per recarci.

Antonino Neri

Leggi anche:

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico