Google Drive: il cloud made in Mountain View

google drive

finalmente disponibile Google Drive, l'atteso cloud di Google. L'annuncio è stato dato lo scorso 24 aprile dalla società, che lo ha definito un luogo dove è possibile creare, condividere, collaborare e conservare. Con i primi 5 giga di documenti gratuiti.

State lavorando con un amico ad un progetto di ricerca congiunto? State pianificando il vostro matrimonio? È possibile condividere i documenti su Google, dai video alle foto, dai Google Docs ai file in formato pdf. Tre sono i punti forti sottolineati da Big G:

Creare e collaborare, grazie all'integrazione di Google Docs con Google Drive, garantendo così la possibilità di lavorare in tempo reale su documenti, fogli elettronici e presentazioni con colleghi e amici. Se si sceglie di condividere contenuti con gli altri, è possibile inoltre aggiungere i commenti e ricevere le relative notifiche.

Conservare tutto in modo sicuro e accedervi ovunque (soprattutto durante gli spostamenti). Comodo avere sempre con noi tutti i documenti, ovunque ci troviamo. Per faro però occorre installare Drive sul proprio Mac o Pc o scaricare l'app Drive disponibile sia per tablet che per smartphone Android. All'opera anche un'applicazione per i dispositivi iOS. In ogni caso, indipendentemente dalla piattaforma, anche gli utenti non vedenti potranno accedere a Drive con uno screen reader.

Cerca. Fondamentale anche una ricerca agevole sia per parola chiave che con diversi filtri, ad esempio per tipo di file, proprietario e altro ancora. L'unità può anche riconoscere il testo nei documenti acquisiti mediante la tecnologia OCR (Optical Character Recognition).

E i costi? I primi 5 Gbyte di spazio di storage, va ribadito, sono gratuiti, mentre l'aggiornamento a 25 Gbyte costerà 2,49 dollari al mese, quello da 100 Gbyte 4,99. E per la versione da 1 Terabyte, occorrono 49,99 dollari al mese.

Infine, insieme a Google Drive è possibile che anche lo spazio web legato al nostro account di posta Gmail dell'utente possa esteso fino a 25 Gbyte, rispetto agli 8 Gbyte attualmente disponibili, insieme all'acquisto allo spazio di archiviazione.

Francesca Mancuso