Amazon: arriva la consegna preventiva che anticipa il cliente

Amazon consegne preventive

Amazon sa cosa vuoi comprare prima che tu faccia l’ordine e prepara il materiale preventivamente: un brevetto che servirà a velocizzare le consegne ma che desta preoccupazione. L’azienda studierà infatti gli ordini fatti in passato dai suoi utenti, le loro ricerche sul web, il contenuto dei carrelli virtuali, la tipologia di merce restituita e addirittura il tempo che il cursore del mouse trascorre su determinati articoli.

Anche questa tecnica, come quella in sperimentazione mediante l’utilizzo di droni, potrebbe tagliare i tempi di consegna e invitare così i clienti a usufruire sempre di più degli acquisti sul web. Nel documento di brevetto Amazon spiega infatti che i giorni che passano mediamente tra l’ordine e la ricezione dei prodotti possono dissuadere i clienti dall’acquisto di oggetti da venditori online.

Attualmente il colosso del commercio elettronico riceve un ordine, etichetta i prodotti con gli indirizzi degli utenti presso i suoi magazzini e li carica su camion, che possono portarli direttamente a casa del cliente, ma con tempi a volte lunghi. Per questo la compagnia vuole preparare preventivamente quello che crede possano acquistare gli utenti, che, quindi, quando cliccheranno sul tasto ‘Compra’, avranno in realtà i loro acquisti già impacchettati.

Naturalmente gli algoritmi potrebbero sbagliare e, per minimizzare i costi, l’azienda potrebbe prendere in considerazione l’idea di offrire ai clienti pacchetti promozionali (preparati ma mai ordinati). “Portare il pacchetto come regalo promozionale può essere utilizzato per costruire fiducia verso di noi” hanno spiegato i vertici societari.

Una dinamica che migliorerà probabilmente l’efficienza, ma di per sé inquietante. Ci si potrebbe chiedere infatti la privacy dove sta. Erano già sorte d’altronde polemiche dopo le dichiarazioni del Chief Operating Officer di Facebook Sheryl Sandberg, secondo le quali le società possono usare la piattaforma per le ricerche di mercato, in quanto il social network sa tutto degli utenti. Ed ecco un altro strumento che vede tutto e si regola di conseguenza.

Siamo veramente sotto l’occhio di un Grande Fratello digitale?

RDC

LEGGI anche:

- Kindle Fire HDX: due nuovi tablet targati Amazon

- Amazon: al lavoro sullo smartphone con schermo 3D

Pin It

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico