Come ti raggiungo il terabit: record mondiale di velocità al Sant'Anna di Pisa

super-internet fibra ottica

Super-Internet e fibra ottica da record: la Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa ha superato la soglia dei mille Gigabit, ovvero 1 Terabit al secondo. Passa così dal laboratorio alla rete commerciale, confermando la sua capacità di impiego, la frontiera della ricerca mondiale per la rete internet, sviluppata grazie all'Istituto di Tecnologie della Comunicazione dell'Informazione e della Percezione (TeCIP) della Scuola Superiore Sant'Anna , in collaborazione con il Laboratorio Nazionale di Reti Fotoniche del Cnit (Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni) e con la multinazionale Ericsson.

Nei laboratori di Pisa il record mondiale di velocità di 448 Gigabit al secondo per canale è stato superato di nuovo, portando la velocità di trasmissione a più di 1000 Gigabit/s (1Terabit/s) e introducendo per la prima volta al mondo tecniche innovative di elaborazione dei segnali e di codifica. Il sistema è stato presentato negli scorsi giorni a Los Angeles durante la maggiore esposizione internazionale del settore, "Optical Fiber Communication Conference and Exposition and the National Fiber Optic Engineers Conference" (OFCNFOEC 2012). L'esperimento condotto sulla rete spagnola e i nuovi risultati in laboratorio hanno consolidato il legame tra gli enti di ricerca coinvolti, confermando altresì il ruolo di eccellenza dell'Italia nel settore delle telecomunicazioni.

I vantaggi di questo record? Sicuramente il fatto che una rete internet superveloce permetterà di incrementare il numero di utenti, con auspicabile riduzione dei costi; ma anche la possibilità di offrire una velocità di connessione superiore, sinonimo di maggiore qualità. "Questa soluzione – afferma Luca Potì, responsabile di area di ricerca del Cnit in una nota nasce dalla stretta collaborazione tra soggetti di natura diversa (azienda, università e consorzio di ricerca), convogliando le competenze necessarie alla realizzazione di un sistema ad alto contenuto tecnologico in grado di raggiungere prestazioni fino a due anni fa inimmaginabili. Il successo rappresenta motivo di soddisfazione e stimolo per tutti i ricercatori coinvolti che con dedizione ed entusiasmo hanno lavorato e stanno lavorando al progetto".

Giancarlo Prati, Direttore dell'Istituto Tecip della Scuola Superiore Sant'Anna, poi, commenta "la crescita della domanda di accessi e di qualità della connessione Internet trascina il progresso dei sistemi di telecomunicazione e, di conseguenza, il lavoro di ricerca dei centri specializzati come quello che vede coinvolte il nostro Istituto, il Cnit ed Ericsson, ma il risultato pone già le basi per nuovi, ambiziosi obiettivi".

Il futuro di internet corre sempre più veloce!

Roberta Ragni

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico