Ibm: il nuovo supercomputer e' veloce come la luce

IBM nanofotonica cop

Ibm non è nuova a produrre supercomputer, ma l'ultimo nato è veloce come la luce, perché utilizza fotoni invece che corrente elettrica per trasmettere i dati, superando i 25 Gbps. La tecnologia, chiamata 'nanofotonica al silicio', permette per la prima volta l'integrazione di diversi componenti ottici con i circuiti elettrici su un unico chip di silicio nella fabbricazione di semiconduttori standard da 90 nm.

Il nuovo supercomputer è in grado di alimentare flussi paralleli di dati ottici in una unica fibra, sulla quale possono arrivare multiple lunghezze d'onda, grazie a un nanomultiplex capace di suddividere i diversi tipi di segnale in entrata. A questo si unisce la densa integrazione di circuiti ottici in grado di trasmettere e ricevere a velocità elevate. Tutto questo risolverà i problemi delle attuali interconnessioni legati al traffico congestionato di dati, assicura Ibm.

IBM nanofotonica

Oltre a garantire velocità sensibilmente più elevate, la nanofotonica al silicio assicura costi di produzione relativamente contenuti. Infatti l'uso di un processo standard di produzione di chip compenserà, secondo Ibm, il costo elevato delle interconnessioni tradizionali. Potranno ora essere realizzati ricetrasmettitori a singolo chip ottico in un unico processo Cmos (tecnologia per la progettazione di circuiti integrati), anziché assemblati con più parti a loro volta realizzate con metodiche costose.

"In sintesiscrive Ibm- la rivoluzionaria tecnologia dimostra che la nanofotonica al silicio per la produzione di chip è fattibile, e che con gli impulsi di luce è possibile spostare i dati ad elevate velocità, aiutando a risolvere le limitazioni di banda dei server, dei data center e dei supercomputer (tradizionali, Ndr). Dopo più di un decennio di ricerca, dunque, la nanofotonica al silicio è pronta per lo sviluppo di applicazioni commerciali".

Attualmente il computer più veloce al mondo è Titan, realizzato presso l'Oak Ridge National Laboratory del Tennessesse (Usa). Sarà quindi presto battuto?

Roberta De Carolis

Leggi anche:

- Supercomputer: Ibm conquista il primo posto

- IBM: il supercomputer Watson alle prese con la finanza

- Titan, il supercomputer più veloce del mondo

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico