NextMe

Robot personalizzati: al MIT un progetto per realizzarli in sole 24 ore

Piu' informazioni su: robot stampante 3d

robot faidate

Robot fai-da-te. Al MIT si lavora per garantire a tutti la possibilità di poterne creare uno a proprio piacimento, personalizzandolo e stampandolo in 3D in sole 24 ore. È quetso il nuovo progetto cui stanno lavorando il Massachusetts Institute of Technology e le Università di Harvard e della Pennsylvania.

Grazie anche ad un finanziamento di 10 milioni di dollari della National Science Foundation, i tre atenei americani promettono di rivoluzionare il settore della robotica, progettando e realizzando i robot in pochissime ore. "Questa ricerca guarda ad un nuovo modo di pensare alla progettazione e alla produzione di robot, e potrebbe avere un profondo impatto sulla società", ha spiegato Daniela Rus ricercatrice principale del Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory (CSAIL), nonché leader del progetto. "Crediamo che abbia il potenziale per trasformarne la produzione e per democratizzare l'accesso ai robot."

Ancora oggi, sono necessari parecchi anni per progettare programmare e produrre un robot. Si tratta di un processo spesso estremamente costoso, che coinvolge progettazione hardware e software, machine learning e tecniche avanzate di programmazione. Come fare a rendere più agevole e breve questo processo? Il nuovo progetto ha come obiettivo quello di automatizzarne la produzione attraverso innovativi dispositivi per la “stampa” 3D, consentendo potenzialmente a chiunque di di progettare e costruire robot con materiali funzionali.

"Il nostro obiettivo è quello di sviluppare una tecnologia che permetta a chiunque di produrre il proprio robot personalizzato. Questo è la vera novità, "ha detto il professor Vijay Kumar, che guida il team dell'University of Pennsylvania. "Si potrebbe consentire la progettazione rapida e la fabbricazione di prodotti personalizzati, e cambiare il nostro modo di insegnare la scienza e la tecnologia nelle scuole superiori."

In sostanza, i ricercatori sperano di creare una piattaforma che permetta a un individuo di identificare un problema di famiglia per il quale c'è bisogno di assistenza, poi andare in un negozio di stampa locale per selezionare un progetto da una libreria di modelli robotici, e quindi personalizzarlo e realizzare il robot che possa risolvere il problema. Entro 24 ore, l'automa potrebbe essere stampato, assemblato, completamente programmato e pronto per l'azione. Modificando il modo in cui le macchine possono essere prodotte, progettato e costruito, il progetto potrebbe avere implicazioni di grande portata per una ampia varietà di campi. "Questo progetto mira a ridurre drasticamente i tempi di sviluppo per una varietà di robot utili, aprendo le porte a potenziali applicazioni nel settore manifatturiero, nell'istruzione, ma anche nell'assistenza sanitaria personalizzata e anche in caso di catastrofe", aggiunge Rob Wood, professore associato alla Harvard University.

Finora, il team di ricerca ha realizzato il prototipo due macchine per la progettazione, la stampa e la programmazione, compreso una sorta di insetto-robot che potrebbe essere utilizzato per esplorare zone contaminate e una sorta di “pinza” che potrebbe essere utilizzata da persone con mobilità ridotta.

Francesca Mancuso

NextMe.it è un supplemento di greenMe.it Testata Giornalistica reg. Trib. Roma, n° 77/2009 del 26/02/2009 - p.iva 09152791001 - © Copyright 2009-2012

Top Desktop version