Project Tango: un tablet 3D anche per i droni?

progetto tango

Tra i progetti di Google da tenere sotto osservazione, sicuramente c'è Project Tango. Come ormai noto, si tratta di un prototipo di smartphone equipaggiato da diversi sensori e telecamere in grado di ricreare ambienti in 3D e in tempo reale. La novità è che il prossimo dispositivo non sarà uno smartphone, ma un tablet da 7 pollici, anch'esso dotato di sensori e funzioni per garantire l'osservazione tridimensionale.

I progressi di Project Tango, però, non si fermano qui. La stessa Nasa, infatti, starebbe adattando questi smartphone anche ai droni, ossia ai robot autonomi che consentiranno agli astronauti di svolgere le attività quotidiane in modo più rapido e sicuro. Per adattarsi ai requisiti di Tango, i droni saranno dotati di fotocamere e sensori per consentire un maggiore controllo, sia per quanto riguarda la fase di volo sia nella più specifica analisi di quel che “osservano”.

Come aveva fatto con altri progetti, i Google Glass o Ara per esempio, Big G si avvarrà della collaborazione di una squadra di sviluppatori che avrà il compito di migliorare tale tecnologia, in modo che le applicazioni future potranno essere adattate anche ai giochi, agli strumenti professionali e altro ancora. Che Project Tango, quindi, sia pensato che per approdare anche sui telefoni commercializzati? Staremo a vedere.

Per il momento, il passo che Google intende fare è quello di applicare le caratteristiche dei suoi precedenti smartphone Android ai dispositivi tablet. Secondo il Wall Street Journal, il gigante di Mountain View starebbe sviluppando ben 4 mila unità di tali strumenti tecnologici da 7 pollici che si uniranno al Project Tango. Anche il tablet avrà lo stesso obiettivo, ovvero essere in grado di creare modelli 3D di qualsiasi oggetto o inerenti l'ambiente. Sarà dotato, inoltre, di due telecamere posteriori e sensori ad infrarossi per catturare la profondità degli elementi e un software avanzato per elaborare tutti i dati.