Tablet: nel 2013 Android batte iOs nelle vendite

android apple tablet

Nel 2013 sono stati venduti nel mondo 195,4 milioni di tablet, un aumento del 68 per cento rispetto al 2012. Per la prima volta è Android il primo sistema operativo del mercato delle tavolette, che ha raggiunto quota 62%. A rivelarlo è stata l'ultima analisi di Gartner.

Secondo la società di ricerca, anche se le vendite di tablet dotati di iOS sono cresciute nel quarto trimestre del 2013, tale cifra complessivamente è scesa al 36 per cento nel 2013. Per la prima volta, la crescita del settore nel 2013 è stata alimentata dal mercato dei tablet con schermo più piccolo e di fascia bassa.

A dividersi la fetta, dunque sono stati i tablet Android con 121 milioni di pezzi venduti, seguiti dai 70,4 milioni di Apple. Per Android dunque una percentuale del 62% contro il 36 per cento di iPad. Quest'ultimo per la prima volta è sceso sotto la soglia del 50%. Nel 2012 le vendite erano state pari al 52,8%. Il primato detenuto comunque dalla società della Mela è quello tra i produttori, precedendo Samsung, Asus, Amazon e Lenovo.

tabella1

Dal canto suo, Microsoft nel 2013 ha visto crescere i propri volumi di vendite dei tablet ma la quota è rimasta piccola. Anche se la società è impegnata nel velocizzare l'evoluzione di Windows 8.1, il suo ecosistema ancora non è riuscito a catturare l'interesse dei consumatori delle tavolette. “Per competere, Microsoft deve creare una convincente proposta di ecosistema per i consumatori e gli sviluppatori attraverso tutti i dispositivi mobili, allora i suoi tablet e smartphone diventeranno dispositivi essenziali per la fornitura di applicazioni e servizi per gli utenti al di là del PC”, ha detto Roberta Cozza, research director di Gartner.

Perché i tablet Apple soffrono? Nel 2013, la quota di iOS di Apple è scesa di 16,8 punti percentuali e la domanda del mercato è stata trainata dal miglioramento della qualità dei tablet piu piccoli e low cost diffusi soprattutto nei mercati emergenti. Secondo gli analisti di Gartner proprio tali mercatii hanno fatto registrare una crescita del 145 per cento nel 2013, mentre i mercati maturi sono cresciuti del 31 per cento. “I tablet di Apple restano forti nella fascia alta del mercato e l'approccio di Apple continuerà a costringere i venditori a competere con le offerte di ecosistemi completi, anche nel mercato del piccolo schermo in cui l'iPad mini ha la quota maggiore”, ha aggiunto Cozza.

Uno sguardo al futuro. Secondo la società, i tablet sono solo una parte del mercato ultramobile più ampio che comprende anche dispositivi ibridi. Le vendite mondiali di ultramobiles agli utenti finali hanno raggiunto 216 milioni di unità nel 2013, con un aumento del 68% rispetto al 2012. Ma il tablet è rimasto il dispositivo più popolare, con il 90 per cento delle vendite complessive di ultramobiles nel 2013.

“Anche se c'erano pochi modelli disponibili lo scorso anno, i dispositivi ibridi sono stati quelli con la più rapida crescita nel 2013. Gli ultramobiles ibridi hanno attirato l'attenzione degli utenti perché la tastiera offre un migliore utilizzo delle applicazioni", spiega. Il primato, in questo settore, spetta ad Asus, che nel 2013 ha conquistato la testa delle vendite con il suo Transformer T100.

Potrebbe essere questo il settore che nel 2014 farà crescere le vendite. Un'alternativa interessante ai tablet.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Glass, tablet e smartphone: le previsioni tech per il 2014

Tassa su smartphone e tablet? No, solo equo compenso sui contenuti

Pin It

Cerca