Annullare o correggere gli sms dopo l'invio, parola di Apple

Sms annullamento

Nuovo brevetto Apple per annullare sms sbagliati in extremis. La tecnologia permette sia di correggere il messaggio sia di cancellare l’operazione di invio. Presentato nel luglio 2012, è venuto alla ribalta dei media solo in questi giorni, dopo il periodo di segretezza concesso per legge. Potenzialmente utile in effetti, ma, attenzione: per usufruirne abbiamo solo alcuni secondi.

Pannello transitorio che consente capacità di correzione di un messaggio prima dell’invio di dati’ il titolo del patent, che nell’abstract è così riassunto: “Un dispositivo programmabile come uno smartphone dà a un utente l’opportunità di apportare correzioni finali di dati testuali in un messaggio, dopo che l’utente ha indicato il dispositivo per inviare il messaggio, ma prima della trasmissione di questo”.

Tale opportunità è dunque temporanea, per non ostacolare il flusso della comunicazione, e il dato testuale viene trasmesso non modificato qualora le richieste di modifica o di annullamento dell’invio fossero lanciate in ritardo e dunque rifiutate. Pochi secondi, dunque, un tempo utile solo a chi nel momento esatto dell’invio dovesse rendersi conto di aver commesso un errore, magari nel selezionare il destinatario.

Sms annullamento-2

Attivando l’opzione sul proprio iPhone, sarà possibile rivedere tutto il testo anche dopo aver premuto il tasto Invio, e così decidere se eventualmente modificarlo. Molto spesso capita in effetti che le parole inserite in un sms vengano autocorrette dai sistemi automatici, ma tali modifiche possono sfuggire alla vista dell’utente.

La tecnologia consente inoltre di visualizzare un indicatore che segnala il tempo che resta all’utente per effettuare una qualsiasi modifica, inclusa la richiesta di annullamento. Accanto al timer sono infine mostrati altri tre pulsanti: ‘Fix Errors’, ‘Ignora’ e ‘Accetta/Rifiuta’. Selezionando la prima opzione apparirà sul display un pannello transitorio con una serie di proposte di correzione automatica, e con le altre opzioni si potrà decidere se procedere o meno.

Il patent include infine la possibilità di visualizzare più pannelli transitori contemporaneamente, corrispondenti a più messaggi. Al termine del controllo, gli sms possono essere accettati e spediti uno alla volta. Sempre che il timer non sia scaduto ovviamente. A tutto ciò si aggiunge anche un sistema in grado di riconoscere la lingua utilizzata dagli utenti, offrendo loro l’accesso alle lettere nella propria lingua.

Finito dunque il tempo dei messaggi integrativi o eventualmente di scuse per errori macroscopici?

Roberta De Carolis

Foto: USPTO

LEGGI anche:

- Apple: depositato nuovo brevetto per batterie più durature

- Riconoscimento facciale su smartphone e tablet: Apple ottiene il brevetto

Pin It

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico