Batterie al litio: presto saranno dieci volte più durature

batterie_litio

Un gruppo di ricercatori della Northwestern University sta concentrando i suoi sforzi su un argomento di interesse non soltanto scientifico ma anche, e in misura molto rilevante, commerciale. Si tratta della costruzione di un nuovo tipo di batteria al litio, molto più duratura e rapida a ricaricarsi rispetto a quelle a cui siamo abituati.

Questa ricerca pare rispondere in modo molto efficace a inconvenienti che moltissimi utenti sperimentano servendosi quotidianamente di dispositivi ad alta tecnologia. Consideriamo infatti che, anche dopo la rivoluzione che ha portato un computer in ogni casa, anche dopo il grosso impatto dei computer portatili sul mercato del lavoro (ma anche dello svago) il processo di miniaturizzazione non si interrompe. Oggi quindi, si potrebbe dire, molti utenti hanno un piccolo computer in tasca: i più recenti smartphone sono infatti dotati di capacità di calcolo e di possibilità applicative di assoluto rilevo. Una maggiore potenza di calcolo però, richiede maggiore energia, riducendo conseguentemente la durata della batteria e costringendo a frequenti operazioni di ricarica.

La libertà dell’utente, continuamente estesa a livello concettuale, viene perciò limitata da questioni pratiche. Secondo le stime di Harold H. Kung, leader del già citato gruppo di ricerca, tali limitazioni potrebbero essere radicalmente ridotte: la nuova generazione di batterie al litio ha un’autonomia 10 volte maggiore rispetto a quelle attualmente utilizzate, con un’efficienza energetica (capacità di mantenere la carica con il passare del tempo) cinque volte superiore.

Il miglioramento è essenzialmente dovuto all’utilizzo di strati di grafene a circondare gli strati di silicio della batteria. I nuovi prodotti basati su questa tecnologia dovrebbero essere disponibili, secondo le prime previsioni, nell’arco di 3-5 anni.

Damiano Verda

Pin It

Cerca