Energia: smartphone e pc si ricaricano con le scarpe

nanopower

Utilizzare l'energia cinetica che si sviluppa mentre camminiamo o corriamo. È questa l'idea alla base del nuovo progetto di due ingegneri dell'Università del Wisconsin, Tom Krupenkin e Ashley Taylor, che stanno mettendo a punto una speciale scarpa in grado di immagazzinare l'energia per poi ricaricare i nostri dispositivi elettronici.

Una corsetta al parco o una bella passeggiata potrebbero infatti essere utili per fornire l'alimentazione a smartphone e computer ma anche ad accendere una lampadina. Come? Grazie al gallistano, un materiale molto simile al mercurio. Si tratta però di una lega, formata da gallio, indio e stagno, applicata alla cosiddetta tecnologia 'elettrowetting d’inversione'.

Dagli esperimenti condotti dai due studiosi, è emerso che basterebbero già due sacche riempite di questo liquido, situate in altrettanti elettrodi posti sotto le scarpe per produrre la corrente elettrica. Ciò grazie al pressione esercitata dai nostri piedi mentre ci muoviamo.

L'unico problema da risolvere adesso è quello del trasferimento dell'energia prodotta dalle scarpe ai dispositivi elettronici. Krupenkin e Taylor sembrano però sulla buona strada visto che rientra nei loro piani la realizzazione di un trasmettitore wireless da inserire nel tacco delle scarpe.

Una corsa verso il futuro.

Francesca Mancuso

NextMe.it

ultime

+ lette

NextMe.it è un supplemento di greenMe.it Testata Giornalistica reg. Trib. Roma, n° 77/2009 del 26/02/2009 - p.iva 09152791001 - © Copyright 2009-2012