Le 6 tecnologie dello spionaggio approdate nel mondo reale

tecnologie spia

Quando i gadget per lo spionaggio diventano reali. Tecnologie che, spesso, abbiamo invidiato ai migliori investigatori o spie cinematografiche come James Bond. Bene, molti di questi invidiatissimi aggeggi fanno parte del mondo reale, sebbene noi forse lo ignoriamo.

Pensiamoci bene. Gran parte dei dispositivi che abbiamo visto all'azione nei vecchi film, seppure ingenui o obsoleti per le tecnologie di oggi, sono parte della realtà che viviamo. Ad esempio, i dispositivi di intercettazione o il wireless.

Esploriamone 6, direttamente dal passato al presente, dallo spionaggio alla vita reale.

Gadget della Guerra Fredda

Si potrebbe dire che l'arte di spiare è vecchia come il mondo. Basti pensare che se ne parlava già nel Codice di Hammurabi e nel Vecchio Testamento. Ogni sotterfugio era “lecito” per guadagnare terreno sul nemico. Durante la Guerra Fredda, ad esempio, molto utilizzati erano l'ombrello con il quale sparare grazie al manico o la pistola rossetto, conosciuta come il "bacio della morte".

Cimici “feline”

Ancora Guerra Fredda. Molte furono le idee bizzarre che trovarono sistemazione nel mondo dello spionaggio. E alcune di queste furono anche prese in prestito dal regno animale. Come le orecchie che filtravano il rumore grazie a dei dispositivi di ascolto appositamente pensati per essere camuffati. Solo che a diventare spie non erano gli esseri umani, ma i gatti. A questi, infatti, venivano impiantati dei microfoni nel canale uditivo, un radiotrasmettitore accanto al cranio e una batteria nel loro addome, mentre la coda era trasformata in antenna. Grazie agni ignari mici, la CIA ha avuto modo di spiare i sovietici per molti anni.

Microfono visivo

Un sistema sviluppato dalla University of Texas ha reso possibile fotografare l'ambiente in cui sono state pronunciate determinate parole. Un programma che sfrutta le onde sonore e la loro produzione di piccole vibrazioni invisibili ad occhio nudo, ma che possono essere catturate dalla macchina fotografica. Una tecnica che permetterebbe a chiunque di scattare foto o video di una stanza e ricrearne le conversazioni che vi hanno avuto luogo.

Impianti medici

Si tratta di dispositivi medici che possono essere controllati in modalità wireless. Nella fattispecie, siringhe per insulina, defibrillatori impiantabili e pacemaker. Tuttavia, questi strumenti sono stati hackerati, quindi manipolati. Ecco il motivo per cui il Government Accountability Office degli Stati Uniti, ossia un'agenzia di controllo governativa, ha sollecitato la Food and Drug Administration ad evitarne la possibile manipolazione da parte degli hacker.

EyeSee

Si chiama EyeSee il manichino utilizzato nei negozi di abbigliamento in grado di stanare i possibili ladri. Il manichino in questione è dotato di una macchina fotografica che utilizza il software di riconoscimento facciale in grado di identificare le persone in base a requisiti come l'età, la razza e il sesso.

Crittografia quantistica

La crittografia quantistica utilizza i principi della fisica delle particelle per garantire che un messaggio sia leggibile solo al suo destinatario. Ed è grazie ad essa che è possibile creare codici completamente indistruttibili e illeggibili. Ancora oggi, essa opera solo con un concept che deve essere sperimentato, ma molti si dicono interessati al suo utilizzo.

Federica Vitale

Leggi anche:

- Robot: un colibrì sarà il futuro dello spionaggio

- Sicurezza internet: nel 2012 cresce il cyber-spionaggio

Pin It
Tags:

Cerca