Google Novartis: arrivano le lenti intelligenti

Lenti smart Google1

Google-Novartis: firmato l’accordo per le lenti a contatto smart, che non saranno solo uno strumento per migliorare la vista, ma, grazie a sensori e microchip, permetteranno anche di controllare diverse patologie, compresa la misura dei livelli di insulina nei pazienti diabetici. L’alleanza costituisce la strategia di Google per lo sfruttamento della tecnologia messa a punto in precedenza e che era in cerca di partner farmaceutico.

La ricerca, che dovrebbe portare all’impiego effettivo dei dispositivi, sarà portata avanti da Google X, il laboratorio dell’azienda californiana, e Alcon, la divisione occhi di Novartis. “Siamo lieti di lavorare con Google in modo da combinare la loro tecnologia avanzata e la nostra vasta conoscenza della biologia per dare una risposta alle necessità mediche insoddisfatte”, ha dichiarato il Ceo di Novartis Joseph Jimenez.

“Il nostro sogno è quello di usare la tecnologia di nuova generazione nella miniaturizzazione dell’elettronica per contribuire a migliorare la qualità della vita di milioni di persone, ha fatto eco Sergey Brin, co-fondatore di Google - Siamo molto entusiasti di collaborare con Novartis per realizzare questo sogno”.

lenti google

In base all’accordo, Google X e Alcon collaboreranno per sviluppare una lente intelligente dotata di sensori non invasivi, microchip e altri dispositivi elettronici integrati, che aiuteranno i pazienti diabetici a gestire la loro malattia, fornendo misurazione minimamente invasiva e in continuo dei livelli di glucosio dal fluido lacrimale negli occhi, con collegamento in modalità wireless ad un dispositivo mobile.

Nei piani dei due colossi, inoltre, le lenti potrebbero essere utili alle persone affette da presbiopia, che non sono più in grado di leggere senza occhiali, contribuendo a ripristinare l’autofocus naturale dell’occhio su oggetti vicini come fosse una lente a contatto accomodante. Potrebbero poi fungere da lenti intraoculari nel trattamento della cataratta refrattiva.

Il dispositivo, se la ricerca procederà senza particolari problemi, potrebbe essere in commercio tra cinque anni.

Roberta De Carolis

Foto: Novartis via Google

LEGGI anche:

- Google brevetta le lenti a contatto intelligenti

- Google: le lenti a contatto che misurano il glucosio dalle lacrime

- Lenti a contatto: in futuro potranno essere usate come telescopi

Pin It

Cerca