Ecco le scarpe radar: come essere sempre rintracciabili

Adidas_shoe

I dispositivi GPS fanno ormai parte integrante della nostra vita. Ma nonostante ciò hanno un limite: non riescono a seguirci ovunque. O almeno non ci riuscivano. Gli studiosi della Carnegie Mellon University hanno invece messo a punto un particolare radar da inserire nel tacco delle scarpe. Idea semplice, ma geniale.

Come sappiamo, i normali GPS operano attraverso l'invio della propria posizione al satellite. Ma quando manca il segnale cosa avviene? Se ci troviamo in una zona morta, la correzione più comune impiega un'unità di misura inerziale (IMU) che misura la velocità e la direzione e le calcola rispetto all'ultima posizione inviata al GPS. Ma anche la più piccola differenza e il più piccolo errore nella misurazione della velocità e della direzione, accumulandosi nel tempo, possono rendere imprecise le stime.

Da qui l'idea di un dispositivo che ci segua sempre, e dove se non nelle scarpe? Inserito nel tacco, il radar traccia la distanza tra il piede e il suolo. Se tale distanza non cambia per un determinato periodo di tempo, il sistema sa che il piede è fermo. Così riduce l'accumulo di errori che si verificherebbe con i normali GPS.

Un simile accorgimento è utile per chi passa un sacco di tempo sottoterra per ragioni di lavoro, pensiamo ai minatori o ai lavoratori edili e ai tecnici che lavorano per la costruzione di gallerie e grandi infrastrutture. Poco nobile utilizzarlo per pedinare il/la partner cercando di scoprire le tracce di un possibile tradimento. Essere sempre localizzabili può salvare la vita, ma può anche complicarla.

Francesca Mancuso

Pin It

Cerca