In Svezia l'ufficio del futuro: porte, fotocopie e caffe' con un chip

chip dipendenti

Un chip impiantato sotto pelle, in grado di aprire le porte dell'ufficio, di fare le fotocopie e prendere un caffè alla macchinetta. Per una volta non stiamo guardando al futuro ma al presente, esattamente a Stoccolma dove nei giorni scorsi la Epicenter Stockholm ha impiantato un chip nelle mani dei suoi dipendenti.

Ed è la prima azienda a farlo offrendo la possibilità di avere un microchip a identificazione a radio frequenza (RFID) impiantato sotto la pelle per consentire ai 400 dipendenti di accedere più facilmente ai diversi servizi all'interno dell'edificio.

Un piccolo gadget, già impiantato nei giorni scorsi su base volontaria. Il primo a sottoporsi alla novità è stato il CEO, Mats Hederos. In questo modo si potrebbe dire addio al pass tradizionale. Basterà avvicinare la mano per vedersi aprire tutte le porte.

I chip, grandi quanto un chicco di riso, hanno in memoria le informazioni personalizzate sulla sicurezza, in modo simile ai pass o ai chip e ai pin delle carte di credito. Oltre ad avere accesso agli uffici e a usufruire dei servizi, in futuro il chip permetterà ai dipendenti di effettuare pagamenti con un gesto della mano con la tecnologia NFC.

“Interagiamo con la tecnologia ogni momento” ha dichiarato Hannes Sjoblad, che si occupa dell'impianto dei chip e ha un impianto contenente i suoi dati come biglietto da visita. “Oggi siamo confusi, abbiamo bisogno di codici pin e password. Non sarebbe più facile toccare solo con la mano? Questo è davvero intuitivo”.

Vogliamo essere in grado di comprendere questa tecnologia prima che le grandi imprese e i governi si rivolgono a noi e ci dicano che tutti dovrebbero essere chippati - il chip dell'ufficio delle imposte, il chip di Google e il chip di Facebook”.

chip dipendenti2

I chip RFID hanno già sollevato polemiche negli Usa, quando è trapelata l'idea della presidenza Obama di impiantarli ai cittadini come parte delle riforme sanitarie.

Si parla già da tempo di chip per il rilascio di farmaci, di contraccettivi e di tatuaggi contenenti pin e password. Siamo solo all'inizio.

Francesca Mancuso

Foto: Facebook

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Le password del futuro? Pillole e tatuaggi

Il contraccettivo del futuro è un chip

Farmaci sotto pelle: la medicina ai tempi dei microchip

Tecnologia indossabile: ecco la pelle artificiale che comunica con lo smartphone tramite wi-fi

Pin It

Cerca