Influenza A H1N1: nuovo vaccino da cellule d’insetto

influenza A H1N1

Il Biotechnology Journal rivela che, presso la University of Natural Resources and Applied Life Science di Vienna, un team di ricercatori ha sviluppato una nuova tecnica per produrre i vaccini dell’l’influenza A H1N1, basandosi su cellule di insetto. Questo nuovo procedimento è molto più veloce di quello tradizionale che utilizza le uova. La lotta alle pandemie, quindi, avrà un’arma in più: la velocità.

Come ha spiegato Florian Krammer, coautore della ricerca, i vaccini prodotti con uova embrionate di pollo, sono sufficienti per combattere i ceppi di influenza stagionale. Ma, a causa della limitata offerta di uova, potrebbero non riuscire a contrastare pandemie dalla velocissima diffusione.

Questo nuovo metodo crea, nelle cellule dell’insetto, un virus ricombinante VLPs privo dell’acido nucleico virale. In questo modo, il vaccino è stato prodotto in sole 10 settimane. Mentre, con il metodo tradizionale, le case farmaceutiche ne impiegano oltre il doppio.

Con il nuovo sistema non sarà più necessario lavorare con virus vivi e quindi potenzialmente patogenetici. Pertanto, tutte le procedure di contenimento biologico, particolarmente severe nella produzione dei vaccini, possono essere evitate. Il procedimento risulterà, oltre che più veloce, anche più snello ed economico.

L’attenzione mondiale per l’influenza suina, forse eccessiva (l’Italia ha comprato ventiquattro milioni di dosi per inocularne solo 865 mila) ha, comunque, permesso di fare importanti progressi, che potranno rivelarsi utili nel futuro.

Pin It

Cerca