Radiazioni dai cellulari: ecco l'app che le monitora

uso cellulare

Le radiazioni elettromagnetiche degli smartphone fanno male alla salute? Per chi ne è certo, e chi invece ne dubita, arriva l'app che mette tutti d'accordo e che stima le radiazioni emesse dai nostri cellulari.

Anche se le nuove tecnologie hanno portato ad una riduzione dell'esposizione personale a telefoni cellulari visto che una chiamata effettuata in modalità 3G dà luogo ad esposizioni da 10 a 100 volte inferiori di una chiamata in modalità 2G, è bene sapere a cosa si va incontro ogni volta che si avvicina il cellulare all'orecchio.

Ma non solo. Recenti studi hanno dimostrato che il cellulare in tasca mette a rischio la fertilità maschile.

L'app, SarPaper, è stata presentata ieri in Consiglio Regionale del Piemonte, durante la conferenza stampa organizzata dal Comitato Regionale per le Comunicazioni (CoReCom) insieme a uno studio commissionato ad Arpa sull'esposizione ai campi elettromagnetici emessi da telefonini.

L’esposizione umana ai campi elettromagnetici a radiofrequenza è determinata da una molteplicità di sorgenti e il telefono cellulare ne rappresenta una tra le più significative – ha detto il Direttore Generale dell0Agenzia Angelo Robotto - Per valutare l’esposizione alle radiazioni emesse dai telefonini, Arpa Piemonte ha messo a punto un sistema di misura ad hoc per rilevare la potenza in trasmissione. Tale approccio sperimentale risulta unico nel panorama scientifico internazionale, in quanto nelle altre poche indagini pubblicate la potenza trasmessa era determinata per mezzo di specifici software”.

L'app dedicata agli smartphone Android permette di monitorare l'utilizzo del proprio telefono ed è disponibile anche in una versione che permette di trasmettere i dati ad un server ftp per condurre poi delle analisi su un campione di utilizzatori. Tali dati potrebbero poi essere utilizzati da studi di tipo epidemiologico. Il progetto è rilasciato in Open Source con licenza GNU GPL V3 e il codice sorgente è accessibile al seguente link https://github.com/sarpaper/android.

Ma ci sono degli altri accorgimenti per ridurre le radiazioni sul nostro corpo. Basterebbe infatti telefonare in aree dove vi è un buon livello di ricezione. Qui infatti le esposizioni sarebbero centinaia di volte più basse rispetto alle aree dove la ricezione del segnale è scarsa.

È bene inoltre allontanare anche di pochi centimetri il telefonino dal nostro corpo, usando auricolari o vivavoce, nel ridurre l’esposizione personale. Secondo le cifre rese note dagli esperti, una distanza di 30 cm si ha una riduzione pari a circa l’80-90% dell'intensità dell'esposizione.

Per scaricare l'app, clicca qui

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Il cellulare in tasca mette a rischio la fertilita' maschile

Fertilità: allarme rosso per gli uomini che vivono in città

Col portatile sulle gambe il maschio rischia la sterilità

Cervello: cellulari e wi-fi assolti

I rischi del cellulare: 8 cose da tenere presente

Pin It

Cerca