NextMe

Egoisti? E' scritto nei geni

Piu' informazioni su: cervello geni dna mappa genetica

bambino-giocattoli

Se ce l’avete su con qualcuno perché bada sempre e solo ai suoi interessi, forse è il caso di prendere confidenza con le dinamiche del gene Avpr1a. Sembra infatti che questo gene sia responsabile, nel cervello, della regolazione degli ormoni legati al comportamento sociale di ciascuno.

Una recente ricerca pubblicata sulla rivista scientifica PloS e successivamente ripresa dal Wall Street Journal ha infatti etichettato l’egoismo come una variante genetica, vale a dire che si tratterebbe di un’eccezione piuttosto che la regola.

Di base, infatti, nel nostro codice biologico esiste una sorta di gene dell’altruismo che normalmente è attivo e funzionante: quando compiamo un gesto in qualche modo generoso, Avpr1a rilascia dei neurotrasmittenti molto simili alla dopamina, producendo una sensazione di piacevole appagamento psichico e un particolare benessere fisico nell’autore del suddetto gesto.

Non si tratta di osservazioni sporadiche e casuali: le ricerche sopracitate hanno utilizzato strumenti scientifici come la risonanza magnetica per tracciare l’attività cerebrale; senza contare tutta la serie di esperimenti condotti su adulti e bambini.

I ricercatori della Hebrew University (Israele), hanno sottoposto allo studio circa 136 bambini di età compresa fra i 3 e i 4 anni, beneficiari per l’esperimento di una piccola collezione di appetibilissime figurine colorate. Alla richiesta di cedere alcuni adesivi ad altri ragazzini non presenti (quindi solo ipotetici e astratti per la capacità di immaginazione che si ha a quell’età), la maggior parte del campione ha risposto positivamente perché regalarli a chi è privo “fa sentire meglio”.

Anche un recente studio indipendente, quello dell’Università di Washington è giunto alle medesime conclusioni, avvalorate da ulteriori esperimenti che hanno coinvolto persino bambini al di sotto dei 15 mesi.

Laddove non si siano verificati gesti altrettanto generosi, è stata riscontrata una variazione genetica che riguarda proprio Avpr1a. Tutti questi studi non fanno che dimostrare come la nostra socialità e la capacità di condividere quel che abbiamo con altre persone per il puro piacere di farlo, sostanzialmente non dipendono da noi, o almeno non esclusivamente, bensì dal nostro DNA.

Insomma, tanto per parafrasare un luogo comune: egoisti si nasce.

Annalisa Di Branco

NextMe.it è un supplemento di greenMe.it Testata Giornalistica reg. Trib. Roma, n° 77/2009 del 26/02/2009 - p.iva 09152791001 - © Copyright 2009-2012

Top Desktop version