Ebook: è guerra per i cartelli tra Apple ed Usa-Ue

ebook apple

Ebook, è guerra tra tra le autorità europee e americane e la Apple su un presunto cartello per i prezzi dei libri digitali. Il Dipartimento di Giustizia Usa ha già avviato un'azione legale nei confronti di Apple, Hachette, HarpherCollins, Macmillan e Penguin per aver fatto cartello nel determinare il prezzo degli ebook.

L'azione legale - scrive il Wsj - segue l'accordo raggiunto dalle autorità con altre case editrici. Anche l'Antitrust europeo ha aperto un'analoga indagine a dicembre in cui figurano Apple e altre cinque case editrici (Hachette Livre, Harper Collins, Simon & Schuster, Penguin, Verlagsgruppe Georg von Holzbrinck).

Gli Stati Uniti hanno presentato una causa antitrust contro la Apple. L'accusa? La società di Cupertino insieme agli altri maggiori editori del paese “cospirarono” per limitare la concorrenza per il prezzo degli ebooks. Il Dipartimento di Giustizia sostiene che gli amministratori delegati delle case editrici si siano incontrati regolarmente in sale da pranzo private di ristoranti di lusso di Manhattan per discutere su come rispondere alla forte attualizzazione dei loro ebooks di Amazon.com. I dirigenti hanno anche comunicato via e-mail per trovare una soluzione a quello che uno di loro chiama "il misero prezzo di 9,99 dollari".

Anche la Commissione europea è intervenuta sulla vicenda. Da dicembre l'antitrust europeo era impegnato nelle indagini volte ad appurare questa sorta di cartello sui prezzi dei libri digitali, sorto da presunti accordi illegali atti a restringere la concorrenza in Europa, ma ha deciso di non procedere e di non effettuare altre indagini vista la proposta fatta da Apple e dagli altri editori: "Nel contesto della sua indagine antitrust sulla distribuzione degli ebook - ha detto il vicepresidente dell'esecutivo Ue responsabile per la concorrenza Joaquin Almunia - la Commissione europea ha ricevuto le proposte di impegno a rimediare, da parte di Apple e di quattro case editrici internazionali: Simon & Schuster, Harper Collins, Hachette Livre and Verlagsgruppe Georg von Holtzbrinck".

Secondo Almunia, "tre di questi editori hanno già trovato un accordo con il dipartimento di giustizia statunitense. Valuteremo eventuali proposte finali di impegni e le confronteremo con altre parti per verificare se siano sufficienti a preservare la concorrenza a beneficio dei consumatori, in questo mercato in rapida crescita".

Francesca Mancuso

Pin It

Cerca