supeluna terremoti

Ci sono legami tra la superluna e fenomeni come terremoti, eruzioni vulcaniche e maree? Mentre gli astronomi spiegano che l'evento è dato semplicemente dal raggiungimento del satellite al suo perigeo, ossia la massima vicinanza con la Terra, ci si interroga se il fenomeno sia responsabile di disastri naturali. Ma gli scienziati non sono d'accordo con le argomentazioni avanzate da pronostici apocalittici.

triangolo saturno2

In attesa della Superluna rosa, un altro spettacolo ci attende in questo mese. Il triangolo formato da due stelle, Spica e Arcturus, e un pianeta, Saturno, sarà visibile già da oggi. Basterà osservare il cielo dopo il tramonto, o meglio attorno alle 22 per ammirare la particolare formazione.

superluna-rosa

SuperLuna rosa, tutti la attendono. Ma davvero il nostro satellite avrà lo strano colore rosa shock che circola nella maggior parte delle foto sul web, come questa qui in alto? Chiaramente no. E tra chi attende la luna rossa (il soprannome dell'eclissi totale di luna) e chi teme l'arrivo di chissà quali catastrofi naturali, la verità è presto spiegata. La luna avrà la sola particolarità di apparire più grande del solito.

universo locale

Si deve ad un team internazionale di ricercatori dell'Università delle Hawaii, guidati dall'astronomo Brent Tully, la mappatura dei movimenti delle strutture dell'universo. Una ricostruzione che si avvicina in modo dettagliato a quella che è la realtà rispetto a quelle realizzate in passato.

super luna rosa

Il 23 giugno è quasi arrivato. E questa volta, l'appuntamento è con la superluna rosa. Un evento che, in media, si ripete una volta l'anno e che ha un nome astronomico ben preciso: perigeo lunare. In pratica, la distanza minima che sepera la Terra dal suo satellite, ossia 356.991 chilometri.

mercurio mese giugno

Lo avevamo detto, il cielo di giugno avrebbe avuto molti protagonisti. E, uno di questi, è Mercurio. Abbiamo avuto modo di osservarlo lo scorso 12 giugno mentre si trovava nel punto più lontano dal Sole e, quindi, più visibile. Mentre solo un paio di giorni prima ci ha regalato un'altra congiunzione, con i pianeti Venere e Giove. Tuttavia, le sorprese non mancheranno nemmeno per la seconda parte del mese, durante la quale il cosiddetto “pianeta inferiore” rimarrà sempre ben visibile.

Pagina 94 di 230

Cerca