Saturno: le 10 affascinanti curiosità sul ‘Signore degli Anelli’

Saturno curiosità

Saturno, il sesto pianeta del Sistema solare in ordine di distanza dal Sole ed il secondo pianeta più massiccio, dopo Giove, è noto per i suoi anelli composti da milioni di piccoli oggetti, della grandezza che varia dal micrometro al metro, orbitanti attorno al pianeta sul suo piano equatoriale, e organizzati in un anello piatto.

Il pianeta, da sempre famoso per via di questa particolarità, unica nel Sistema Solare, è stato recentemente anche protagonista del film Interstellar: proprio nei dintorni di Saturno, infatti, la Nasa, in un futuro non precisato caratterizzato da carestie agricole tali da minacciare seriamente la vita umana, ha trovato un varco per effettuare un viaggio interstellare alla ricerca di una nuova Terra.

Sul gigante gassoso, che in Interstellar è perfettamente abitabile e dotato di ospedali di primissimo livello, attualmente non si ritengono plausibili forme di vita simili alla nostra. Tuttavia il pianeta non è stato e non è trascurato dagli interessi scientifici di astronomi e astrofisici. Le informazioni più recenti sono arrivate in particolare dalla sonda Cassini, lanciata il 15 ottobre 1997, la prima ad essere entrata nell'orbita di Saturno il 1º luglio 2004.

Ecco 10 curiosità sul pianeta, scelte tra le meno note.

1) Un pianeta mitologico

Anche Saturno ha un nome che parte dall’antichità. Saturno era infatti la divinità romana dell’agricoltura (cosa che richiama le vicende di Interstellar) ed identificava l’abbondanza ma anche i cicli della natura. Nella mitologia romana corrispondeva alla divinità greca Crono. Il suo simbolo astronomico è una rappresentazione stilizzata della falce del dio.

2) Un pianeta in balìa dei venti

Le velocità del vento nell’atmosfera di Saturno possono raggiungere nelle fasce equatoriali 1800 km/ora, significativamente più alte di quelle di Giove. In questo è secondo solo a Nettuno. Anche i cicloni non sono rari, soprattutto nelle zone circumpolari, con dimensioni fino a 1200 km.

3) Anelli mutevoli

Non tutti gli anelli sono statici. Nonostante le immagini che arrivano dallo spazio mostrino un sistema apparentemente immobile nei suoi moti di rotazione e di rivoluzione, in realtà un anello in particolare, indicato con la lettera F, è in continua evoluzione, come dimostrato recentemente dalla sonda Cassini, a causa dell’interazione tra l’anello e le lune Prometeo e Pandora, e forse per via di una miriade di piccole lune nascoste nel suo nucleo.

Saturno curiosità1

Photo credits: NASA/JPL-Caltech/Space Science Institute

4) Un campo magnetico quasi terrestre

Nonostante le enormi differenze tra il nostro pianeta e Saturno, quest’ultimo presenta un campo magnetico con valori simili ai nostri, come dimostrato già nel 1979 dalla sonda Pioneer 1. Questo campo origina dallo strato di idrogeno liquido all’interno del pianeta, che genera frequenti scariche elettriche, e dalla elevata rotazione planetaria.

5) Un’atmosfera a colori e non solo

L’atmosfera di Saturno si manifesta sottoforma di fasce di differente colore ma soltanto all’equatore queste diventano facilmente individuabili, ma cosa ancora più attraente è il contenuto di acqua. A Luglio 2011 Herschel, l’osservatorio spaziale dell’Agenzia Spaziale Europea che si trova a 617 mila chilometri dalla Terra, colse un evidente getto di acqua sul pianeta proveniente dalla sua luna Encelado.

6) Titano: la luna con l’atmosfera

Non solo Saturno ma anche una sua Luna ha l’atmosfera: è Titano, il satellite più grande tra tutti gli innumerevoli corpi celesti che circondano il gigante, il cui numero non è mai stato identificato con precisione. Il corpo celeste ne vanta una spessa ben dieci volte quella terrestre ma ricca di azoto come la nostra e manifesta un ciclo idrologico molto simile al nostro. Salvo una pioggia di freddissimo metano liquido anziché la più comune acqua.

Saturno curiosità3

Photo credits: NASA/JPL-Caltech/Univ. Arizona/Univ. Idaho

7) Una rotazione non uniforme

Saturno non ruota attorno al proprio asse in modo univoco. In quanto gassoso è dotato di ‘rotazione differenziale’: gli strati superiori equatoriali infatti impiegano 10,233 ore a compiere un giro intorno al proprio asse mentre nucleo e mantello ruotano in 10,675 ore. Inoltre il moto è variabile in cicli di 25 giorni.

8) Un pianeta che emette energia

Sembra una contraddizione perché è “solo” un pianeta, ma Saturno, dotato un nucleo molto caldo (circa 11 mila 700 gradi centigradi) emette un’energia superiore di circa due volte a quella che riceve da Sole, la maggior parte della quale è generata da una lenta compressione gravitazionale (meccanismo di Kelvin-Helmholtz), non da fusione perché appunto Saturno non è una stella.

9) Anelli “antichi”

Come abbiamo visto per altri pianeti del Sistema Solare, anche Saturno è stato immortalato fin da epoche molto remote. Con il suo rudimentale cannocchiale Galileo non riuscì ad osservare con chiarezza gli anelli e pensò si trattasse di un ‘pianeta tricorporeo’, formato da tre oggetti distinti. Nel 1659, però, Christiaan Huygens ipotizzò la presenza di anelli intorno a Saturno.

Saturno curiosità2

Un disegno di Saturno realizzato da G.Galilei nel 1610

10) Un pianeta “galleggiante”

Saturno è il pianeta con la densità più bassa del sistema solare: solo 0,69 mg/mL, un valore inferiore anche a quello dell’acqua (circa 2/3). Se si disponesse dunque di un mare abbastanza grande per ospitare l’intero corpo celeste lo vedremmo galleggiare come un enorme iceberg.

Roberta De Carolis

Seguici su Facebook, Twitter e Google +

LEGGI anche:

- Sonda Cassini: le immagini di Atlas tra gli anelli di Saturno

- Plutone: le 10 affascinanti curiosità sul pianeta 'Cenerentola'

- Giove: le 10 affascinanti curiosità sul pianeta più grande del Sistema Solare

Pin It
Tags:

Cerca