Stelle cadenti: il 4 gennaio in arrivo le Quadrantidi

quadrantidi

Se il 2011 si è concluso con una spettacolare pioggia di meteoriti, le Geminidi che ogni anno a metà dicembre fanno capolino nei nostri cieli, anche l'inizio del nuovo anno sarà aperto dal passaggio delle stelle cadenti. Si tratta delle Quadrantidi.

Meno note rispetto agli altri sciami di meteore, queste ultime portano il nome di una costellazione estinta, la Quadrans Muralis, e saranno la prima occasione del 2012 per rimanere con il naso all'insù attendendo che le loro scie luminose solchino il cielo.

Tuttavia, il picco sarà solo nelle prime ore del mattino del 4 gennaio. Di conseguenza solo i più pazienti potranno ammirare il loro passaggio. Questa volta, però, rispetto alle Geminidi che abbiamo visto questo mese, la visione delle Quadrantidi non sarà ostacolata dalla luce della Luna. Il nostro satellite infatti, in quei giorni non sarà ancora nella sua fase di plenilunio, come invece è accaduto con le Geminidi.

Le Quadrantidi passeranno ad una velocità massima di circa 100 km all'ora, che potrà oscillare da 60 a 200. Come le Geminidi, esse provengono da un asteroide, chiamato 2003 EH1. Alcuni studi della Nasa hanno suggerito che quest'ultimo potrebbe benissimo essere un frammento di cometa che si è disintegrato alcuni secoli fa. E le meteore che vedremo il 4 gennaio non sono altro che i piccoli detriti di questa frammentazione.

Dopo centinaia di anni in orbita attorno al Sole, essi entreranno nella nostra atmosfera a 90mila chilometri orari. Data la posizione del radiante, solo gli osservatori dell'emisfero nord del pianeta saranno nella condizione di ammirare il loro passaggio.

Unica pecca: il passaggio delle prime stelle cadenti del 2012 sarà piuttosto breve, durerà infatti solo poche ore, considerato che sarà possibile vederle al calar della notte, prima che arrivi l'alba del 4 gennaio.

Francesca Mancuso

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico