Dall'estate all'inverno in pochi minuti sul pianeta Kepler-413b

esopianetaaaaaaaaaaaa

Immaginate di vivere su un pianeta con le stagioni irregolari, dove il caldo e il freddo si alternano nel giro di qualche minuto. Passare dal costume al cappotto sarebbe la regola se l'uomo potesse abitare il nuovo pianeta scoperto dal telescopio spaziale Kepler della Nasa.

Chiamato Kepler-413b, l'esopianeta ha una particolare caratteristica: traballa pericolosamente sul suo asse di rotazione, un po' come fanno i bambini che iniziano a muovere i primi passi. L'inclinazione dell'asse infatti può variare di ben 30 gradi in 11 anni, portando a cambiamenti rapidi e imprevedibili nelle stagioni. A confronto, quello terrestre ha un'inclinazione di circa 23,5 gradi da oltre 26 mila anni con lievissime variazioni, talvolta legate anche ai terremoti più violenti.

Kepler 413-b si trova a 2.300 anni luce di distanza nella costellazione del Cigno. Il pianeta orbita attorno a delle stelle binarie oscillando, anche perché il piano della sua orbita è inclinato di 2,5 gradi rispetto a quello della coppia di stelle. Lo si è visto anche dalla Terra, la sua orbita oscillazione continuamente.

Un po' troppo caldo per ospitare l'uomo, Kepler 413-b orbita leggermente più vicino alle stelle rispetto alla zona abitabile del sistema, la regione dove le temperature permettono all'acqua liquida di esistere. Ma anche le sue dimensioni sono tutt'altro che terrestri, essendo un gigante gassoso la cui massa è circa 65 volte quella del nostro pianeta: è una sorta di super-Nettuno.

hubble pianeta traballante

Il pianeta è stato scoperto attraverso la tecnica del transito. “Esaminando i dati di Kepler per 1.500 giorni, abbiamo visto tre transiti nei primi 180 - un transito ogni 66 giorni - poi abbiamo avuto 800 giorni senza transiti. Dopo di che, abbiamo visto altri cinque transiti, in fila”, ha detto Veselin Kostov, il ricercatore principale.

Il prossimo transito visibile dal punto di vista della Terra non è previsto fino al 2020 visto che l'orbita non è stabile a causa dell'oscillazione. Gli astronomi stanno ancora cercando di spiegare perché questo pianeta sia fuori allineamento rispetto alle sue stelle. Ci potrebbero essere altri corpi con l'orbita inclinata nel sistema. Oppure, potrebbe esserci una terza stella vicina in grado di esercitare un'attrazione gravitazionale. “Probabilmente ci sono pianeti là fuori come questo che non vediamo perché siamo nel periodo sfavorevole”, ha aggiunto Peter McCullough, membro del team dello Space Telescope Science Institute e della Johns Hopkins University.

Quanti altri pianeti dobbiamo ancora scoprire?

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

- Scoperti 6 nuovi esopianeti super-veloci dove volare in futuro

- Scoperto il millesimo pianeta alieno

- Osservata per la prima volta l'eclissi di un esopianeta

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico