Cerere: c'e' vapore acqueo nella sua atmosfera

cerere-acqua

C'è vapore acqueo attorno a Cerere. A trovare per la prima volta tracce di vapore attorno ad un oggetto della fascia degli asteroidi è stato l'osservatorio Herschel dell'Esa. Con un diametro di 950 km, Cerere è il più grande oggetto della fascia di asteroidi, che si trova tra le orbite di Marte e Giove.

Tuttavia, a differenza della maggior parte degli asteroidi, Cerere è quasi sferico e appartiene alla categoria dei pianeti nani, che comprende anche Plutone. Le attuali conoscenze su questo corpo lasciano pensare che sia stratificato, probabilmente con un nucleo roccioso e un mantello esterno ghiacciato. Ciò è particolarmente importante, perché la presenza di acqua/ghiaccio nella fascia degli asteroidi ha implicazioni significative per la nostra comprensione dell'evoluzione del Sistema Solare.

Quando il sistema solare si formò 4,6 miliardi di anni fa, c'era troppo caldo nelle regioni centrali perché l'acqua si condensasse nelle regioni dei pianeti più interni: Mercurio, Venere, Terra e Marte. Al contrario, si ritiene che l'acqua si arrivata in questi pianeti successivamente, durante un prolungato periodo di impatti con asteroidi e comete, circa 3,9 miliardi di anni fa.

È stato più volte confermato che le comete contengono ghiaccio d'acqua. E gli asteroidi? Non è altrettanto sicuro. L'acqua nella cintura degli asteroidi è stata individuata attraverso l'osservazione dell'attività delle comete ma finora non era mai stato rilevato con certezza il vapore acqueo.

Cosa che ha fatto Herschel, usando lo strumento HIFI: “Questa è la prima volta che l'acqua viene rilevata nella fascia degli asteroidi e fornisce la prova che Cerere abbia una superficie ghiacciata e un'atmosfera”, ha spiegato Michael Küppers della European Space Astronomy Centre dell'ESA in Spagna, l'autore principale dello studio pubblicato su Nature.

Il vapore acqueo sembra provenire da due sole zone di Cerere. “Stimiamo che circa 6 kg di vapore acqueo vengano prodotti ogni secondo e ciò lascia intendere che solo una piccola frazione di Cerere sia coperta da ghiaccio d'acqua”, ha aggiunto Laurence O'Rourke, che ha preso parte allo studio.

La spiegazione più semplice della produzione di vapore acqueo è per sublimazione: il ghiaccio si riscalda e si trasforma direttamente in gas, trascinando con sé la polvere di superficie. La scoperta di vapore acqueo proveniente da Cerere fornisce agli scienziati nuove informazioni su come l'acqua si sia distribuita nel sistema solare.

Per avere informazioni più dettagliate, sarà necessario attendere l'arrivo della sonda Dawn su Cerere, il prossimo anno. Essa realizzerà una mappatura della superficie e studierà come viene generata l' attività dell'acqua e come varia nel tempo.

Francesca Mancuso

Foto: Esa

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

- Sonda Dawn, addio Vesta: in viaggio verso Cerere

- I sette asteroidi più minacciosi del sistema solare

Pin It

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico