Recuperato un grosso frammento del meteorite di Chelyabinsk

meteorite recuperato

È stato recuperato dalle profondità del lago un frammento del meteorite Chelyabinsk che, lo ricordiamo, nel febbraio 2013 ha solcato i cieli russi. Alcuni sommozzatori hanno riportato in superficie un pezzo di roccia di 1,5 metri di larghezza e del peso di almeno una mezza tonnellata.

Il meteorite causò la rottura del ghiaccio superficiale che ricopriva il lago, provocando un foro nel ghiaccio di circa 6 metri di larghezza. Potenzialmente, il frammento portato alla luce faceva parte della ben più massiccia palla di fuoco che venne immortalata da centinaia di immagini e video in tutta la regione. “È un evento che capita una volta ogni cento anni. È molto eccitante da questo punto di vista", ha detto la meteoriticista Caroline Smith, curatrice della collezione di meteoriti del Museo di Storia Naturale di Londra. “È stato di grande interesse non solo per me, ma anche per i miei colleghi di tutto il mondo".

La roccia pesava originale 570 chilogrammi, ma potrebbe essere stata più pesante perché si è frantumata in diversi pezzi quando è entrata a contatto con l'atmosfera. Anche se quello prelevato oggi è un enorme frammento di meteorite, si tratta di una piccola porzione dell'oggetto celeste originale. Si stima, infatti, che quest'ultimo misurasse circa 17 metri di larghezza, viaggiando alla velocità di 60 mila km/h e frantumandosi a 24 km sopra la superficie. La conseguente esplosione ha raggiunto tra i 300 e i 500 kt, grosso modo la stessa potenza di una bomba nucleare. I frammenti piovuti dal cielo si sono dispersi nell'ambiente circostante e, da allora, ricercatori e sommozzatori sono alla ricerca di reperti ed alcuni pezzi sono stati raccolti e sottoposti ad analisi.

Questa enorme porzione di roccia riemersa dalle profondità del lago non può fornire alcuna informazione scientifica, almeno secondo quanto sostiene la Smith. Essa sembra essere piuttosto simile ad una condrite ordinaria, ossia il meteorite più comune a colpire la Terra. Tuttavia, ciò non significa necessariamente che la condrite faccia parte degli asteroidi più comuni del sistema solare. Si tratta semplicemente di frammenti di particolari asteroidi che, per qualche motivo, tendono ad impattare più spesso con la superficie terrestre.

In ogni caso, del meteorite di Chelyabinsk, al momento, si possiedono un grosso frammento e decine di video. E tutto ciò è una vera e propria manna per gli scienziati. “È la palla di fuoco ad essere interessante, non solo il meteorite", afferma la Smith. Inoltre, questo frammento è a tutti gli effetti il più grande finora recuperato a Chelyabinsk, poiché gli altri pezzi non sono più grandi di una noce. Eppure, anche questo elemento massiccio è a sua volta una piccola frazione del meteorite precipitato e sbriciolatosi nell'atmosfera.

Tale scoperta potrebbe essere utile agli scienziati per capire quali possano essere i danni causati da una roccia spaziale di simili dimensioni a seguito di un impatto. “È interessante perché ci fornisce più di una visione sul comportamento di questi oggetti di grandi dimensioni quando entrano nell'atmosfera", ha spiegato Smith.

Federica Vitale

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Leggi anche:

- Pioggia di meteoriti in Russia: danni e feriti. I video

- Meteorite russo: fenomeno astronomico o cospirazione

- Il meteorite russo deviato da un Ufo?

Pin It

Cerca