Cometa Elenin: la famosa 'Nibiru' visibile dalla Terra l'11 settembre

Cometa_Elenin

C’è chi dice che Elenin sia l’acronimo di Extinction Level Event Nibiru Is Near, in riferimento alla profezia dei Maya che vuole la fine del nostro mondo nel 2012, ma è solo un’innocente e potenzialmente spettacolare cometa che passerà presto vicino al nostro pianeta, raggiungendo il perielio (distanza minima dal Sole) il prossimo 11 Settembre, quando si troverà a 0.48 unità astronomiche dalla Terra, e in perigeo (distanza minima dalla Terra) il 17 Ottobre, a circa 0.23 unità astronomiche, (dove 1 unità astronomica è la distanza media Terra-Sole, circa 150 miliardi di metri). La sua velocità sarà però di 23 Km/s alla distanza minima e l’orbita è talmente ampia da escludere la collisione con il nostro pianeta.

La cometa Elenin, al di là delle leggende, prende il nome dal suo primo osservatore, l’astronomo russo Leonid Elenin, che ha dimostrato per primo la sua esistenza il 10 Dicembre 2010. Già questo toglie l’alone di misteriosa pericolosità all’innocente corpo celeste, che qualcuno avrebbe addirittura indicato come una possibile causa del terremoto in Giappone.

Non solo la cometa non è affatto una minaccia, ma potrebbe anche essere un incredibile spettacolo per tutti noi: infatti sembra potrà essere vista anche ad occhio nudo, anche se dati precisi sulla sua luminosità non sono ancora stati resi disponibili. Infatti una cometa di per sé è un corpo celeste molto piccolo composto soprattutto di ghiaccio, insieme ad aggregati di polveri e altri minerali. Quando passa vicino al sole le sostanze volatili sublimano, ovvero passano dallo stato solido direttamente a quello di vapore, creando la spettacolare coda. Poiché la Elenin è ancora troppo lontana dalla nostra stella non sappiamo ancora quanto sarà realmente luminosa.

Nel frattempo gli astronomi invitano alla calma e a stare pronti con gli occhi puntati verso l’alto, perché lo spettacolo è vicino.

Roberta De Carolis

Pin It

Cerca