Il cielo di maggio: meteore, congiunzioni e la spettacolare eclissi di Mercurio

Cielo maggio16

Il cielo di maggio vedrà meteore e allineamenti, e persino una stella doppia, ma sarà l’eclissi di Mercurio l’evento più atteso, non solo di maggio, ma di tutto il 2016. Il pianeta transiterà infatti davanti alla nostra stella tra le 13 e le 20.15 italiane. Un evento che non accadeva da 10 anni.

Non possiamo naturalmente attenderci uno spettacolo come le eclissi di Sole o di Luna, perché il pianeta, molto più piccolo della stella, apparirà come un puntino nero davanti al all’immenso giallo, e sarà necessario un telescopio per apprezzare al meglio l’evento, comunque pieno di fascino.

Ma non solo Mercurio. Il cielo di maggio ci regalerà congiunzioni e meteore, ma soprattutto l’osservazione di una stella doppia: l’Uai infatti ci consiglia di osservare Gamma Virginis detta anche Porrima.

Ecco gli eventi più significativi.

Pianeti

Mercurio il grande protagonista, che passerà davanti al Sole il 9 del mese, tra 13 e le ore 20.15 italiane. Apparirà come un neo sul disco solare, mentre nei giorni successivi si allontanerà rapidamente fino ad essere visibile solo nelle prime luci dell’alba.

Mercurio eclisse

Dopo il pianeta più vicino al Sole, sarà Marte a dare spettacolo. Il Pianeta Rosso sarà all’opposizione il 22 del mese (ovvero a 180° rispetto alla stella in una linea immaginaria Sole-Marte), e raggiungerà una distanza tale dalla Terra sul finire di maggio da essere anche più luminoso e con un maggiore diametro angolare, fattori che renderanno più degne di nota le osservazioni al telescopio.

Al pari di Marte in termini di visibilità, come nel mese scorso, sarà Saturno, che raggiungerà l’opposizione al Sole qualche giorno dopo il Pianeta Rosso. Il pianeta sarà sempre osservabile per quasi tutta la notte, e mentre Marte si sposterà nello Scorpione, Saturno rimarrà ancora nell’Ofiuco. Tra l’altro i due pianeti formeranno ancora il suggestivo triangolo con la stella Antares.

Cielo maggio16 1

Congiunzioni

Sul versante congiunzioni sarà la Luna la protagonista: la sera del 15 maggio infatti Luna - Giove si ritroveranno insieme nella costellazione del Leone, nella notte tra il 21 e il 22 maggio tccherà a Luna – Marte. Il nostro satellite naturale inoltre sarà nella fase di Piena, mentre il 22 maggio sarà la volta di Luna – Saturno, con il satellite che, superati Marte e Antares, attraverserà la costellazione dell’Ofiuco, passando "vicino" al pianeta con gli anelli.

Costellazioni

A dominare la scena del mese di maggio saranno le costellazioni del Leone e della Vergine, tra le più estese dello zodiaco. Accanto a queste, notevole sarà il triangolo formato da Orsa Maggiore, Leone e Bootes, nel cui centro potremo anche riconoscere le piccole costellazioni dei Cani da Caccia e della Chioma di Berenice.

Cielo maggio16 2

Comete

La cometa P/252 Linear prosegue anche a maggio, dopo averci allietato il mese scorso. Sarà sicuramente più debole, ma comunque visibile con strumenti adeguati e probabilmente “in competizione” con la X1 Panstarrs, vecchia conoscenza che in questo mese farà nuovamente capolino.

E non sarà l’unica vecchia conoscenza: ecco infatti riapparire la C/2014 S2 Panstarrs, che continuerà a regalarci immagini del suo declino, rintracciabile tra le stelle dell’Orsa Maggiore, alta in cielo non appena fa buio ad una luminosità pari alla decima magnitudine.

Meteore

La maggior parte dell’attività meteorica di maggio sarà nella prima parte del mese e nella seconda parte della notte. Protagoniste sicuramente le eta Aquaridi, che nei primi giorni saranno particolarmente visibili, soprattutto perché il 6 ci sarà il novilunio.

Nella prima parte del mese, proprio per lo scarso disturbo lunare, saranno visibili anche le alfa Scorpidi (max 2/3 maggio), famose per le stelle cadenti brillanti e colorate. Accanto a queste anche le correnti minori dalla zona dell’Ofiuco (max 12 e 14 maggio).

Da non sottovalutare nemmeno le eta Liridi (max 8/9 maggio), generate dalla cometa 1983 H1 IRAS-Araki-Alcock, che in questi ultimi anni si sono mostrate piuttosto attive.

Roberta De Carolis

Seguici su Facebook, Twitter e Google +

LEGGI anche:

- Il cielo di aprile tra meteore, triangoli e comete

- Il #cielo del #2016: tra eclissi e allineamenti planetari arriva l'eclissi di Mercurio

Pin It

Cerca