La sonda Rosetta fotografa Lutetia: l'asteroide a forma di patata

immagine

Rosetta s'incontra con Lutetia, il più grande asteroide che una sonda spaziale abbia mai avvicinato. La sonda dell'Esa è passata a soli 3.126 km dal corpo celeste, "simile a una patata con un diametro di cento km", viaggiando a circa 15 km al secondo.

Primo obiettivo raggiunto dunque, perché Rosetta avrebbe proprio dovuto stimare la taglia all'asteroide per valutarne le caratteristiche naturali della superficie. però vero che data la distanza a cui orbita 21-Lutetia (il nome completo, ndr), "c'è un margine di errore da considerare", spiegano gli stronomi.

Il 'faccia a faccia' è avvenuto alle 18.10 e dopo una mezz'ora la sonda dell'Agenzia Spaziale Europea già aveva cominciato a trasmettere di nuovo sulla Terra. stato un italiano, Paolo Ferri, responsabile di tutte le missioni interplanetarie, a gestire l'avvicinamento operando dal Centro Esoc di Darmstadt, in Germania.

Lutetia, scoperto il 15 novembre 1852 da Hermann Goldschmidt dall’Osservatorio di Parigi, è tuttavia il più piccolo asteroide della fascia presente tra Marte e Giove. Rimasto fino ad oggi un corpo misterioso, la sonda Rosetta è riuscita finalmente nell'intento e i dati rilevati verranno inviati per le analisi al gruppo di scienziati veneti diretti dal professor Cesare Barbieri.

Inoltre, in una nota diffusa dall'Esa si legge che "nella notte la sonda trasmetterà le foto e i dati scientifici raccolti". L'asteroide Lutetia avrà perciò un volto, e dopodichè continuerà il suo cammino verso la cometa 67P/Churyomov-Gersimenko, dove nel 2014 "lascerà cadere un lander dal quale uscirà una trivella capace di studiare per la prima volta un nucleo cometario".

Augusto Rubei

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico