Via Lattea: tra 4 miliardi di anni lo scontro con Andromeda

nasa andromeda vialattea

Tra 4 miliardi di anni ci sarà la titanica collisione della nostra galassia, la Via Lattea con la vicina galassia Andromeda. Lo ha scoperto la Nasa attraverso le osservazioni del telescopio spaziale Hubble.

Dopo aver analizzato il moto di Andromeda, che è nota anche come M31, Hubble ha permesso di scoprire che tra 4 miliardi di anni la Via Lattea avrà un vero e proprio scontro frontale con Andromeda. Quest'ultima oggi si trova a 2,5 milioni di anni luce di distanza, ma si sposta secondo la Nasa verso la Via Lattea a causa dell'attrazione reciproca provocata dalla gravità tra le due galassie e dalla materia oscura che circonda entrambe.

Quando ciò accadra, è probabile che il sole venga gettato in una nuova regione della nostra galassia, ma la nostra Terra e il Sistema Solare non correranno alcun pericolo di essere distrutti. “I nostri risultati sono statisticamente in linea con uno scontro frontale tra la galassia di Andromeda e la nostra galassia, la Via Lattea”, ha detto Roeland Van Der Marel, dello Space Telescope Science Institute (STScI) di Baltimora.

illustrazione vialatteaandromeda

"Dopo quasi un secolo di speculazioni sul destino futuro di Andromeda e della nostra Via Lattea, abbiamo finalmente un quadro chiaro di come gli eventi si svolgeranno nel corso dei prossimi miliardi di anni", ha detto Tony Sangmo Sohn del STScI. Sebbene Andromeda si stia avvicinando duemila volte più velocemente, ci vorranno quattro miliardi di anni prima dello scontro.

Le simulazioni al computer derivate dai dati di Hubble mostrano che ci vorranno altri due miliardi di anni dopo l'incontro-scontro tra le galassie per far sì che esse possano fondersi completamente sotto l'effetto della reciproca gravità e possano rimodellarsi fino a diventare un'unica galassia ellittica.

Poco cambierà per le stelle al loro interno viste le enormi distanze. Rimaranno intatte, a cambiare sarà la loro posizione visto che verranno scagliate in orbite diverse attorno ad un nuovo centro galattico.

Francesca Mancuso

Pin It

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico