Pianeti orfani: catturati dalle stelle

stelle pianeti

E se fossero le stelle a catturare i pianeti? Questa ipotesi ce la suggerisce una nuova ricerca, secondo la quale miliardi di stelle della nostra galassia, la Via Lattea, durante la loro evoluzione storica hanno catturato pianeti erranti nello spazio interstellare.

Sono noti per essere pianeti orfani e vagabondi dell'universo che rimangono in questa condizione poiché espulsi dai loro stessi sistemi planetari. Accade di rado che tali pianeti riescano a trovare una nuova dimora, sebbene intorno ad una stella diversa. Il risultato di questa scoperta potrebbe fornire la spiegazione dell'esistenza di alcuni pianeti che orbitano lontano dalle proprie stelle originarie. E, straordinariamente, potrebbe spiegare persino l'esistenza dei sistemi a pianeti doppi.

Come chiarisce Hagai Perets, del Centro per l'Astrofisica della Harvard-Smithsonian, "le stelle si scambiano pianeti proprio come le squadre di baseball si scambiano giocatori". Insieme a Thijs Kouwenhoven, dell'Università di Pechino, Perets ha condotto questo studio simulando giovani ammassi di stelle che contenevano numerosi pianeti orfani. Se il numero di questi corpi era uguale a quello delle stelle, era del tutto possibile che una percentuale compresa tra il 3 e il 6 per cento potesse catturare un pianeta. E più una stella era massiccia, più alta sarebbe stata la possibilità di catturare un pianeta vagante.

I pianeti orfani sono una naturale conseguenza della formazione stellare. Infatti, i sistemi appena nati contengono un alto numero di corpi celesti. Se, come nel caso dei pianeti erranti, due di questi iniziano ad interagire, uno può spingere l'altro fuori dall'orbita ed espellerlo. In seguito ad un incontro con una stella diversa ma in movimento nella stessa direzione, e alla stessa velocità, potrebbe letteralmente prendere 'un passaggio'.

Per gli astronomi, tuttavia, non è del tutto accertata tale ipotesi. Scoprire un pianeta in un'orbita distante, sarebbe la conferma che si tratti di una vera e propria cattura. E la prova arriverebbe dallo European Southern Observatory che, nel 2006, scoprì due pianeti, ognuno orbitante l'altro senza alcuna stella nelle immediate vicinanze. Continua Perets: "Questo doppio sistema planetario è la cosa più vicina che abbiamo a pianeti orfani per adesso. Per ottenere altre prove avremmo bisogno di nuove statistiche per studiare tanti altri sistemi planetari".

Dunque, al di là di Plutone, l'universo potrebbe ospitare un mondo alieno? Sebbene per il momento non ci siano prove di un simile mondo, gli astronomi sono ancora alla ricerca. "Non c'è alcun segno che il Sole abbia catturato un pianeta. Possiamo già escludere la possibilità che ci siano pianeti molto grandi là fuori. Ma c'è ancora una vaga e piccola possibilità che qualche mondo roccioso più piccolo stia vagando nelle periferie lontane", conclude Perets.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista The Astrophysical Journal.

Federica Vitale

Pin It

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico