Funghi allucinogeni ed LSD: sul cervello hanno l’effetto dei sogni

Funghi LSD

Assumere funghi allucinogeni o Lsd induce sul cervello l’effetto dei sogni. La ricerca, condotta dal Dipartimento di Medicina dell’Imperial College di Londra, ha analizzato in particolare le modificazioni che la psilocibina, la sostanza psicotropa attiva, causa a livello cerebrale, e dimostrerebbe che l’attività legata al pensiero emotivo diventa più pronunciata dopo la somministrazione.

In condizioni normali l’uomo mostra attività cerebrale organizzata nei più alti livelli del pensiero, in particolare in quell’area legata alla coscienza di sé. Sotto l’effetto invece della sostanza allucinogena tutto diventa più disorganizzato, e gli individui perdono molti di quei “freni” tipici della sobrietà. E lo stesso avviene nei sogni.

“Quello che abbiamo fatto in questa ricerca è iniziare a identificare la base biologica dell’espansione della mente riferita in associazione all’uso di sostanze psichedelicheha spiegato Robin Carhart-Harris, coautore del lavoro - Sono rimasto affascinato nel vedere similitudini tra il modello di attività cerebrale in uno stato psichedelico e quello durante il sogno, soprattutto in quanto entrambi coinvolgono le aree primitive del cervello legate alle emozioni e la memoria.

Le persone, in effetti, descrivono spesso il loro stato sotto effetto di queste sostanze come quello onirico, e questi risultati forniscono per la prima volta una rappresentazione fisica di quello che accade nel cervello, le cui aree maggiormente coinvolte in questo processo sono risultate l’ippocampo, associato a memoria ed emozione, e la corteccia cingolata anteriore, legata agli stati di eccitazione.

Funghi LSD1

Lo studio è stato condotto attraverso risonanza magnetica funzionale su volontari che hanno assunto dosi di psilobicina, e in particolare esaminando il flusso di sangue all’interno del cervello, una misura dei suoi livelli di attività area per area.[Il metodo] fornisce davvero una finestra attraverso la quale studiare le porte della percezione ha commentato Enzo Tagliazucchi, che ha collaborato alla ricerca.

Lo studio potrebbe fungere da base per aiutare a capire i possibili usi delle sostanze psicotrope. Il gruppo di ricerca sta attualmente studiando, in particolare, l’effetto dell’Lsd sul pensiero creativo, ed esaminando la possibilità che la psilocibina possa aiutare ad alleviare i sintomi della depressione, consentendo ai pazienti di cambiare rotta verso visioni più ottimistiche della realtà e del futuro.

Roberta De Carolis

Foto: Imperial College

Seguici su Facebook, Twitter e Google +

LEGGI anche:

- Le 5 cose da sapere sui sogni

- Micropacchetti: ecco come sono organizzati i ricordi

Pin It

Cerca