Computer: ecco come cambiano gli occhi se lo usiamo troppo

OcchiComputer

Le persone che passano molte ore davanti agli schermi di un computer hanno cambiamenti nei loro occhi: è quanto dimostra uno studio Giapponese condotto da Yuichi Uchino, dell'Università di Tokio.

La proteina MUC5AC, secretata dalle cellule della palpebra superiore, è l'elemento principale del film lacrimale che protegge l'occhio mantenendolo umido. Tra coloro che hanno partecipato alla ricerca, quelli che passavano molte ore davanti lo schermo avevano i livelli di questa proteina molto bassi.

Quando fissiamo i computer, i nostri occhi tendono a chiudere le palpebre meno di frequente, riducendo le lacrime necessarie a tenere gli occhi umidi e in salute. Inoltre, le persone che fissano uno schermo tendono ad aprire di più le palpebre, favorendo l'evaporazione lacrimale che è associata il cosidetto occhio secco, una malattia che può diventare cronica. Studi precedenti hanno dimostrato come più di 5 milioni di persone sopra i 50 anni, negli Stati Uniti, ne soffrono e, in Giappone, decine di milioni sono le persone che riportano sintomi di secchezza oculare, quasi sempre associati al lavoro con il computer.

OcchiComputer2

Ecco qualche consiglio per non affaticare troppo gli occhi quando si passano molte ore davanti ad uno schermo:

- Posizionare il monitor più in basso rispetto allo sguardo, ad una distanza fra i 50 e i 70 cm dal viso.

- Non lavorare al buio e regolare le luminosità del monitor impostandola su un grado non troppo alto.

- Ricordarsi di sbattere spesso le palpebre, in modo da idratare gli occhi. Se necessario magari aiutarsi con un collirio.

- Se si passano molte ore davanti al computer è sicuramente opportuno fare delle visite periodiche dall'oculista.

Arturo Carlino

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

Eye-phone: lo smartphone che fotografa l'interno degli occhi

Il quoziente intellettivo? Lo svelano gli occhi

Cambiare il colore degli occhi. L'ultima moda della chirurgia estetica

Pin It

Cerca