Sesso: il futuro dell'orgasmo femminile e' un gel nasale

Orgasmo donne gel nasale

Orgasmo: se le donne non lo raggiungono possono aiutarsi assumendo Tefina, un gel nasale a base di testosterone, prodotto da Trimel Pharmaceuticals Corporation, che potrebbe quanto prima mettere il farmaco in commercio. Le prime fasi sono infatti state completate, e dimostrerebbero un incremento significativo di orgasmi e l’assenza di effetti collaterali importanti.

Il farmaco è stato progettato per la terapia dei disordini dell’orgasmo femminile (Fod l’acronimo inglese), caratterizzati dalla difficoltà a raggiungere l’apice del piacere e dall’angoscia legata a questo disagio. Il Fod è definito come l’assenza di orgasmo o il suo ritardo ricorrente, dopo una normale fase di eccitazione sessuale, che causa notevole disagio personale e difficoltà interpersonali. Può essere primario, ovvero permanente, o secondario, quindi acquisito.

Tefina dunque è un medicinale, non una pasticca miracolosa da prendere “al bisogno”, quando abbiamo la voglia di divertirci di più. È stato studiato per combattere quella che è a tutti gli effetti una malattia. “Tefina è stato sviluppato per offrire alle donne affette da Disturbo dell’Orgasmo Femminile un’opzione di trattamento ‘usa come richiesto’spiega infatti la casa farmaceutica, che invita a leggere e osservare le indicazioni previste.

Lo studio è stato condotto su 253 donne, di Stati Uniti, Canada e Australia, in età fertile e in menopausa, tutte affette da Fod. Le volontarie sono state sottoposte a trattamento randomizzato ad uno dei tre dosaggi (0,6 mg, 1,2 mg, 1,8 mg) o di un placebo, per 84 giorni. La sperimentazione è avvenuta in doppio cieco, ovvero senza che né i ricercatori né le volontarie sapessero quale campione veniva somministrato.

I risultati dimostrerebbero che Tefina 0,6 mg porta un aumento statisticamente significativo del numero medio di orgasmi durante il periodo di trattamento, pari a 2,3 contro 1,7 del gruppo trattato con placebo. Il farmaco inoltre sarebbe ben tollerato, senza gravi eventi di reazioni allergiche o effetti collaterali importanti.

“Il Disturbo dell’Orgasmo Femminile è la seconda malattia sessuale più diffusa che colpisce le donne - ha spiegato Sheryl Kingsberg - autrice principale della ricerca – […] Attualmente, non ci sono opzioni terapeutiche farmacologiche approvate, e questo comporta una necessità medica importante, che Tefina spera di risolvere”.

Il gel nasale deve comunque ora entrare ora nella Fase III, dove sarà reclutato un numero di volontarie molto più alto, per valutare la significatività statistica dei risultati. Quindi si dovranno attendere questi ultimi dati prima che le autorità decidano se mettere in commercio il farmaco.

Roberta De Carolis

Seguici su Facebook, Twitter e Google +

LEGGI anche:

- Con l'orgasmo delle donne il cervello attiva fame e riso

- Allenare il cervello col cruciverba? Meglio l'orgasmo

Pin It

Cerca