Non sappiamo tutto sulle nostre feci: i 5 miti da sfatare

Feci 5 miti

Le feci fanno parte del nostro vivere quotidiano e diamo per scontate alcune teorie, un po' per pigrizia, un po' perché tramandate da genitori e nonni, un po' perché pensiamo di sapere tutto di un'esigenza fisiologica così indispensabile ed imprescindibile. Ma non è così: ecco 5 miti da sfatare sulla cosa più naturale del mondo che però nasconde i suoi segreti.

1. Defecare una volta al giorno è l'abitudine ottimale

Falso. La cosa importante, entro certi limiti, è la regolarità, che può significare tre volte alla settimana, così come tre volte al giorno. La defecazione dovrebbe avvenire quindi in modo coerente. La frequenza diventa una preoccupazione solo quando cambia improvvisamente, in un senso o nell'altro.

2. Le feci hanno cattivo odore

Anche questo è falso, o quanto meno non vero in generale. Non necessariamente dunque le feci devono emanare cattivi odori; anzi, quando lo fanno in modo particolarmente evidente e per molto tempo, dovremmo allarmarci, perché il fenomeno potrebbe essere indice di qualche problema, anche serio, come il morbo di Crohn, la celiachia o la colite ulcerosa.

3. Il colon ha bisogno di essere pulito

Questa teoria non solo è falsa, ma anche molto pericolosa. Il colon infatti è sede di quasi mille specie di batteri necessari alle fasi finali della digestione, tra cui l'assorbimento d'acqua e la fermentazione delle fibre e delle vitamine, soprattutto K, B1, B2, B7 e B12. Pulire l'intestino crasso significa dunque eliminare anche questi microbi per noi fondamentali, con possibili conseguenze per la nostra salute. Tra l'altro una recente ricerca dimostrerebbe anche che i livelli di serotonina, l’ormone del benessere, dipendono da quantità e qualità dei batteri che popolano questo nostro organo vitale.

4. Stare seduti sul WC per più tempo è sano

Anche questa teoria è falsa e potenzialmente pericolosa: stare seduti troppo tempo sul WC non solo non fa bene, ma potrebbe comportare dei danni alla nostra salute. Infatti da un lato ci sono degli studi che mostrano una correlazione tra l'insorgere delle emorroidi e il tempo trascorso ad attendere il compimento dell'atto fisiologico, dall'altro anche la schiena può risentirne, in quanto potrebbe subire degli schiacciamenti. Inoltre l'eventuale materiale che portiamo con noi durante il nostro "soggiorno" (libri, computer o tablet) potrebbe contaminarsi.

5. Defecare di più può far perdere peso

Sebbene qualcuno speri che prendere lassativi possa essere un metodo efficace per perdere peso senza eccessive rinunce, purtroppo defecare di più non serve a dimagrire. Le calorie vengono assorbite infatti nell'intestino tenue, mentre i lassativi agiscono sul crasso, quindi i due fenomeni non hanno alcuna relazione di causa-effetto. Tuttavia una dieta ricca di fibre può portare a perdere peso (nonché a maggiore regolarità intestinale), perché queste sostanze offrono sensazione di sazietà senza contribuire particolarmente all'accumulo energetico.

Roberta De Carolis

Seguici su Facebook, Twitter e Google +

LEGGI anche:

- Organi artificiali: grazie alle staminali il primo intestino in provetta

- Felici? Dipende dall'intestino

Pin It

Cerca