Elekta Axesse e la radioterapia in 6D che distrugge solo le cellule tumorali

4d9b5194-ec0b-4075-b1e3-0d10b8353cb0

Una radiochirurgia e una radioterapia che siano in grado di colpire solo i tessuti malati salvaguardando quelli sani: da oggi è possibile grazie alla radioterapia in 6D, attiva per la prima volta in Italia grazie all'ausilio di Elekta Axesse, un macchinaro presentato alle Molinette di Torino in questi giorni.

Si tratta di un apparecchio che ospita un lettino in 6D (tre direzioni e tre angoli) che permette al corpo del paziente di assumere l'inclinazione migliore, riducendo pertanto il numero di sedute necessarie alle più comuni terapie tradizionali.

Per Umberto Ricardi, direttore del reparto di Radioterapia dell'Ospedale Molinette, "l'adozione di Elekta Axesse rappresenta un passo di fondamentale importanza per l'ospedale e per tutta la Rete Oncologica Piemonte-Valle d'Aosta, che avrà ora a disposizione un'apparecchiatura dedicata esclusivamente a trattamenti stereotassici, favorendo ulteriormente nel nostro centro lo sviluppo della radioterapia di precisione ad alto gradiente di dose".

"I nostri protocolli terapeutici - ha poi concluso Ricardi - saranno prevalentemente focalizzati sul trattamento di tumori cerebrali, polmonari ed epatici". Il costo della nuova apprecchiatura si aggira sui 3,5 milioni".

Augusto Rubei

Pin It

Cerca