NextMe

Egitto: scoperto un cratere gigante. La causa un meteorite

E' un cratere grandissimo nel sud dell'Egitto, con un diametro di 45 metri, provocato dalla caduta di un meteorite metallico che è riuscito a penetrare nell'atmosfera terrestre nonostante le sue piccole dimensioni. Lo hanno chiamato Kamil ed è descritto sulla rivista Science da un gruppo di ricerca italo-egiziano coordinato dall'Italia, con Luigi Folco, del Museo Nazionale dell'Antartide dell'Università di Siena.

Si accende dunque l'allarme "che anche meteoriti metallici di piccole dimensioni, in questo caso dal diametro di 1.3 metri, possono entrare nell'atmosfera terrestre senza frantumarsi", come spiega Folco. Un "pericolo", perciò, "precedentemente sottovalutato".

Identificato grazie alle immagini di Google Earth, il cratere, precisa l'esperto, "è caratterizzato dalla distribuzione dei detriti a forma di raggiera, che lo rende unico perché strutture come queste sono essorvabili solo sui corpi planetari del Sistema Solare privi di atmosfera". Mentre sulla Terra tali strutture sono "erose dagli agenti atmosferici"

.

Inoltre, la distribuzione a raggiera dei detriti è restata intatta, proprio per la giovane età del cratere, che secondo i ricercatori si sarebbe formato "dopo la fase di iperaridità del Sahara egiziano, circa 5000 anni fa".

"La sua conservazione di Kamil- conlude infine Folco - ci permette di studiare gli effetti di un impatto dovuto a un meteorite di questa natura e dimensione e a valutare i rischi da impatto di questi corpi celesti".

Augusto Rubei



NextMe.it è un supplemento di greenMe.it Testata Giornalistica reg. Trib. Roma, n° 77/2009 del 26/02/2009 - p.iva 09152791001 - © Copyright 2009-2012

Top Desktop version