Fine della vita umana sulla Terra: ecco le cause secondo la Nasa

fine vita

Un nuovo studio sostiene che la civiltà industriale globale potrebbe crollare in pochi decenni a causa della diseguale distribuzione della ricchezza e una maggiore pressione sulle risorse del pianeta.

Il rapporto, finanziato dal Goddard Space Flight Center della Nasa, indaga i fattori che possono essere più strettamente legati alla caduta della civiltà, tra cui la popolazione, il clima, l'acqua, l'agricoltura e l'energia. E, secondo quanto riferisce The Guardian, l'insieme di questi fattori possono contribuire a creare la deformazione delle risorse e un ampio divario tra ricchi e poveri, al punto dai portare al collasso la civiltà industriale.

Lo studio, condotto dal matematico Safa Motesharrei, afferma che i ricchi o la cosiddetta élite possono essere responsabili di entrambi i problemi. "Il surplus accumulato non è distribuito uniformemente in tutta la società, ma piuttosto è controllato da un'élite", spiega lo studioso. "La massa della popolazione, mentre produce la ricchezza, viene divisa solo per una piccola parte di essa dalle élite, generalmente pari o di poco al di sopra del livello di sussistenza".

Inoltre, anche la tecnologia "tende ad aumentare sia il consumo pro capite delle risorse che la scala di estrazione delle risorse". Ad ogni modo, lo studio conferma che crollerebbe prima la fetta di popolazione più povera, seguita poi dalle élite agiate.

Sarebbe, dunque, un collasso sociale simile agli scenari apocalittici come quelli ritratti in The Day After Tomorrow? Lo studio elenca una serie di scenari catastrofici. Nel primo, le élite "crescono e consumano troppo, causando una carestia tra i poveri che alla fine provoca il crollo della società. [Questo] è dovuto ad una perdita di lavoratori, piuttosto che a un crollo della Natura". Nel secondo, "il declino dei poveri avviene più velocemente, mentre le élite sono ancora fiorenti. E, infine, i primi crolleranno completamente seguiti dalle élite". Tuttavia, grazie ad una zona cuscinetto caratterizzata dalla loro ricchezza, le élite potranno continuare a fare affari, nonostante la catastrofe imminente.

Cosa fare, quindi, per evitare il collasso sociale? Secondo il rapporto della Nasa il divario della ricchezza deve essere notevolmente ridotto e la popolazione deve essere controllata. È davvero questo che ci aspetta, dunque?

Federica Vitale

Image Credit: theGuardian

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Leggi anche:

- L'umanità si estinguerà entro 100 anni. Fenner: "Tutto avrà inizio con i cambiamenti climatici e i consumi fuori controllo"

Pin It

Cerca