Sumatra: la terra trema ancora. Ma si allontana il rischio tsunami

sumatra

Indonesia, torna la paura per il terremoto che questa mattina alle 14.38 ora locale ha colpito la parte settentrionale di Sumatra, già colpita da un altro tremendo terremoto il 26 dicembre 2004, che provocò la morte di 170mila persone. Tre scosse di magnitudo 8.8 (ad una profondità di 20,5 miglia secondo i dati dell'US Geological Survey), 6.5 e 8.2 si sono susseguite a breve distanza. E la minaccia tsunami sembra scongiurata.

L'allerta tsunami era stata estesa a 26 paesi: Indonesia, India, Sri Lanka, Birmania, Maldive, Australia, Malaysia, Thailandia, Isola della Reunion, Seychelles, Pakistan, Somalia, Oman, Madagascar, Iran, Emirati arabi, Yemen, Isole Comore, Bangladesh, Tanzania, Mozambico, Kenya, Isole Crozet, Isole Kerguelen, Sudafrica e Singapore.

Il sisma si è abbattuto 430 km a largo di Banda Aceh, a Sumatra, e 1.000 km a largo di Kuala Lumpur, in Malesia. Le scosse successive si sono verificate più a ovest. Il terremoto è stato avvertito anche in India e in Thailandia dove fin da subito sono stati predisposti dei piani di evacuazione di massa invitando la popolazione a rifugiarsi nelle aree interne o comunque in zone più elevate.

L'area al momento più colpita dal sisma è quella intorno al capoluogo Banda Aceh, dove da ore ormai manca la corrente elettrica. Strade bloccate, crolli, edifici pericolanti. La popolazione indonesiana torna a rivivere l'incubo del terremoto.

Secondo quanto si legge sul Times of India, il paese ha ritirato l'allerta tsunami emessa a seguito del terremoto. In precedenza, le autorità avevano dato l'allerta per le isole Andamane e Nicobare e un avviso alle aree costiere di Andhra Pradesh e Tamil Nadu. Più tardi, nei bollettini successivi, è stato definitivamente escluso il rischio tsunami nelle isole Andamane e nel resto del paese. "Non c'è alcuna minaccia specifica. Non vi è alcun rischio di eventuali tsunami nella regione dell'Oceano Indiano" ha detto il Vicepresidente della National Disaster Management Authority (NDMA), Sashidhar Reddy. Secondo gli esperti, infatti, il terremoto che ha colpito Sumatra non era del tipo che di solito genera gli tsunami.

A causa delle caratteristiche dello spostamento della placca indo-australiana contro la placca di Sunda, avvenuto in senso orizzontale (ben diverso da quello del 2004, che invece si mosse verticalmente) non c'è stato alcuno tsunami, se non qualche onda ma di lieve entità.

Francesca Mancuso

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico