Gladys ed Esmeralda: gli ultimi ragni dello spazio

ragni

È ormai noto che anche i ragni hanno avuto la loro parte negli esperimenti scientifici legati allo spazio. In particolare, quello denominato "Commercial Generi Bioprocessing Apparatus Science Insert-05" (CSI-05) è legato all'osservazione degli aracnidi nei loro habitat, sebbene in una situazione di microgravità. Esperimenti di questo tipo sulla Stazione Spaziale Internazionale non se ne sono avuti molti, se si considera il primo, CSI-03, orientato pressappoco allo stesso scopo.

L'esperimento CSI-05 è stato lanciato con lo Space Shuttle Endeavour, nel corso della missione STS-134 di maggio. L'equipaggio ha posizionato i due habitat nel Commercial Generic Bioprocessing Apparatus dove la temperatura e l'umidità erano mantenute costanti, insieme al ciclo della luce e al nutrimento.

La coppia di ragni utilizzati per questo esperimento fanno parte della specie Nephila Clavipes o ragno della seta dorata, così chiamati poiché tessono una tela asimmetrica tridimensionale. Per la precedente ricerca, al contrario, furono utilizzati due ragni di diverse famiglie, la Larinioides Patagiatus e la Metepeir, selezionati proprio per la perfetta simmetria delle loro tele.

Scopo della ricerca era quello di vedere se e come gli aracnidi avrebbero tessuto le proprie tele in maniera diversa e in ambienti di microgravità. Inoltre, i risultati oggi analizzati hanno portato ad una migliore comprensione del comportamento che la gravità ha nel mondo dei ragni. "Credo che le persone possono capire grazie a questa ricerca perché i ragni sono percepiti in questo modo nella vita di tutti i giorni. Inoltre, l'aspetto estetico visivo di questo esperimento lo rende molto interessante", ha spiegato la stessa coordinatrice dell'esperimento CSI-05, Stefanie Countryman.

ragni_spazio

A bordo della Iss, i ragni Gladys ed Esmeralda sono stati affidati alle cure della specialista di missione Cady Coleman. E oggi che i ragni sono tornati a terra, hanno raggiunto una considerevole popolarità anche nelle scuole dove si vuole avvicinare gli studenti alle ricerche scientifiche tramite esperimenti prima effettuati nello spazio. Dopotutto, l’universo affascina chiunque e i professori trovano stimolante l'osservazione e l'analisi di tali studi insieme ai propri allievi.

L'elemento educativo è sponsorizzato dal Baylor College of Medicine Center for Educational Outreach e dall'Orion's Quest. Gli studenti, infatti, hanno provveduto a far tessere delle tele anche ai loro ragni in ambienti terrestri. Il compito è stato quello di notare le differenze tra i due mondi.

Federica Vitale

Pin It

Cerca