Le auto del futuro? Saranno alimentate dall'anidride carbonica

carburante anidride

Addio benzina, diesel e gpl. Le auto del futuro potranno essere alimentate con l'anidride carbonica. Un nuovo studio condotto dagli scienziati dell'Università della California del Sud ha dimostrato che è possibile trasformare la CO2 in metanolo a temperature relativamente basse.

Per la prima volta, i ricercatori sono riusciti direttamente a convertire l'anidride carbonica presente nell'aria in metanolo. Il lavoro, condotto da G.K. Surya Prakash e George Olah in realtà è parte di un più ampio sforzo volto a contenere la quantità di anidride carbonica presente nell'atmosfera e ridurre i livelli di inquinamento.

I ricercatori hanno utilizzato le energie rinnovabili per trasformare il gas a effetto serra nel suo cugino combustibile, contribuendo a ridurre il riscaldamento globale in due modi: in primo luogo sottraendo la pericolosa CO2 dall'atmosfera e in secondo luogo evitando l'uso delle fonti fossili per l'alimentazione dei veicoli.

Secondo quanto confermano gli scienziati, il metanolo è un carburante a combustione pulita e può essere usato per motori a combustione interna, per celle a combustibile ma anche come materia prima per molti prodotti petrolchimici.

Per convertire la CO2 in metanolo, i ricercatori hanno spinto l'aria attraverso una soluzione acquosa di pentatilenesammina (o PEHA), aggiungendo un catalizzatore che spingesse l'idrogeno a legarsi alla la CO2 sotto pressione. Hanno poi riscaldato la soluzione, convertendo il 79 per cento dell'anidride carbonica in metanolo. Anche se miscelato con acqua, il metanolo risultante può essere facilmente distillato.

Il nuovo sistema funziona a circa 125-165 gradi Celsius minimizzando la decomposizione del catalizzatore, che avviene a 155 gradi Celsius. Prakash e Olah sperano di perfezionare il processo fino a scalarlo per uso industriale entro i prossimi 5-10 anni.

carburante anidride carbonica

Foto

Per Surya Prakash, professore di chimica e direttore del Loker Hydrocarbon Research Institute dell'USC

“abbiamo bisogno di imparare a gestire il carbonio. Questo è il futuro. Certo che non sarà in concorrenza con il petrolio di oggi, a circa 30 $ al barile”.

Tuttavia, spiega lo scienziato, se le scorte di petrolio e gas si esauriranno, il sole ci sarà per altri cinque miliardi di anni. Per questo, abbiamo bisogno di capire meglio come sfruttare questa risorsa.

Lo studio è stato pubblicato sul Journal of the American Chemical Society.

Francesca Mancuso

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

LEGGI anche:

La Nasa tenta la missione impossibile: il motore spaziale senza carburante

Carburante: stazioni di rifornimento anche nello spazio

Zucchero: diventa carburante grazie ad un antico processo di fermentazione

NextMe.it

ultime

+ lette

NextMe.it è un supplemento di greenMe.it Testata Giornalistica reg. Trib. Roma, n° 77/2009 del 26/02/2009 - p.iva 09152791001 - © Copyright 2009-2012