Cervello 'scongelato' funziona ancora: le nuove frontiere dell'ibernazione

cervello3

L'ibernazione è sempre più vicina. Il cervello di un coniglio è stato prima raffreddato a -135° centigradi ed poi “scongelato”, senza subire alcun danno. A riuscire nell'esperimento è stato 21st Century Medecine, che ha così conquistato il premio della PreservationFoundation, il 9 febbraio scorso.

Il premio, una borsa di studio di 27.000 $, è stato assegnato sulla base della capacità della società di preservare perfettamente la struttura di un intero cervello di coniglio dopo il raffreddamento senza provocare la disidratazione.

Come? Drenando il sangue e lasciando passare al suo posto un liquido che protegge i tessuti cerebrali dagli eventuali danni provocati dal ghiaccio cristallizzato.

La tecnica chiamata ASC (aldehyde-stabilized cryopreservation) è stata realizzata da Gregory Fahy e Robert McIntyre e ha permesso di congelare e scongelare il cervello, lasciandolo praticamente intatto.

Con l'ASC, il cervello è stato fissato con una sostanza chiamata glutaraldeide e per il 65% con glicole etilenico. Ciò ha permesso di eliminare i rischi legati al congelamento e alla formazione dei cristalli di ghiaccio.

“L'ASC è stata utilizzata in questo caso perché l'obiettivo principale del premio era quello di dimostrare la conservazione dell'ultrastruttura del cervello sufficiente a stabilire che il connettoma, l'insieme di tutte le cellule cerebrali per le connessioni sinaptiche delle cellule cerebrali, può essere conservato per almeno 100 anni” spiega il team di 21st Century Medecine.

ASC però non è una tecnica per la conservazione di un cervello vitale, ma è uno strumento che può essere utilizzato dai neurobiologi per conservare materiale raro o prezioso per periodi di tempo indefiniti. Ha inoltre il vantaggio di permettere la conservazione del cervello intero, non solo di una parte.

Già in passato, negli Stati Uniti erano state provate altre tecniche di ibernazione. Da Kim Suozzi, la donna che ha chiesto di essere ibernata alla sperimentazione clinica su essere umani da parte dell'Upmc Presbyterian Hospital di Pittsburgh.

Che implicazioni avranno questo tipo di esperimenti?

Francesca Mancuso

LEGGI anche:

L’ibernazione salverà molte vite umane?

Ibernazione: negli Usa i primi test di 'animazione sospesa'

Ibernazione: in vendita la vita eterna?

Pin It

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico