L'illusione ottica di Einstein e Marilyn

einstetin-marylinEinsten o Marylin? Qual è il volto che appare osservando l'immagine? Un'illusione ottica, creata ad arte da uno scienziato del Mit Aude Oliva, permette di capire se una persona ha problemi alla vista semplicemente mostrandole l'immagine di questo volto e attendendo la sua risposta.

La maggior parte delle persone nota il faccione di Albert Einstein. Ma se si vede invece la celebre star di Hollywood, potrebbe essere necessaria una visita oculistica. A una distanza di visione normale, infatti, gli occhi sani dovrebbero essere in grado di notare le rughe sul viso di Einstein, facendo sì che il cervello ignori del tutto l'immagine di Marilyn Monroe.

Ricordate il gioco TheDress di qualche tempo fa? In quel caso, si parlava di differenze di visione con una parte delle persone che vedevano un abito a righe orizzontali di colore bianco e oro mentre altri lo vedevano blu e nero.

In questo caso, però, l'immagine è davvero doppia ed è stata creata dalla sovrapposizione di una foto sfocata di Monroe su una di Albert Einsten. Le caratteristiche con un'alta frequenza spaziale (Einstein) sono visibili solo quando vengono visualizzate da vicino, e quelle caratterizzate da basse frequenze spaziali (Monroe) sono visibili solo da lontano.

Combinando le raffigurazioni dei due personaggi si produce una singola immagine che cambia se l'utente si avvicina o si allontana dallo schermo.

MonroeEnstein AudeOliva2007

Questa illusione ottica è stata creata diversi anni fa dai neuroscienziati del Massachusetts Institute of Technology. In un video recente, AsapScience ha evidenziato il processo che sta dietro il “trucco”, che può anche essere notato da chiunque anche in un fermo immagine, muovendosi di qualche metro in avanti o indietro rispetto allo schermo.