Nextme

Switch to desktop

Uomo di Denisovan: decodificato il genoma dei nostri antenati

neanderthal meyer

Novità sui lontani parenti dell'uomo di Neanderthal. Il sequenziamento del genoma dell'uomo di Denisovan avviato nel 2010 con una risoluzione senza precedenti ha permesso di determinare i cambiamenti genetici che distinguono gli esseri umani moderni dai loro parenti arcaici.

Ultima modifica: Lunedì, 03 Settembre 2012 11:12

Visite: 2977

L'uomo di Neanderthal era destrimano. La prova nei denti

neanderthaldestrimano

L'uomo di Neanderthal era destrimano o mancino? L'essere destrimani è una peculiarità tipicamente umana. Questi, addirittura,superano di numero i mancini in un rapporto di nove a uno. Ma per risalire a questa caratteristica quanto tempo addietro occorre andare? È proprio il quesito al quale hanno cercato di rispondere i ricercatori studiando l'arte preistorica, gli utensili e le ossa umane.

Ultima modifica: Mercoledì, 29 Agosto 2012 10:46

Visite: 2169

Fossili: scoperti nelle Dolomiti fossili nell'ambra risalenti al Triassico

ambra fossili

Fossili antichissimi risalenti al periodo Triassico sono stati ritrovati nelle Dolomiti, nei pressi di Cortina d’Ampezzo. Si tratta di due acari e di un moscerino. A scoprirli sono stati i ricercatori dell'Istituto di geoscienze e georisorse del Consiglio nazionale delle ricerche (Igg-Cnr) e dell’Università di Padova, in collaborazione con l’Università di Göttingen e con il Museo di Storia Naturale di New York.

Ultima modifica: Mercoledì, 29 Agosto 2012 09:51

Visite: 2646

Google Earth scopre nuove piramidi

egypt area

Utilizzare Google Earth per le grandi scoperte archeologiche. È quello che deve aver pensato Angela Micol, archeologa di Maiden, nella Carolina del Nord, che ritiene di aver scoperto due possibili complessi di piramidi egiziane.

Ultima modifica: Martedì, 28 Agosto 2012 06:38

Visite: 3990

I primi uomini si nutrivano come gli scimpanzè

Sediba denti

Alcuni tra gli antenati degli esseri umani mangiavano foglie, cortecce, frutta e noci, e secondo gli scienziati questo indica che vivevano in un ambiente più boscoso di quanto si pensasse. I ricercatori, tra cui Darryl De Ruiter, antropologo della Texas A&M University, hanno descritto la sorprendete scoperta su Nature.

Ultima modifica: Giovedì, 02 Agosto 2012 11:25

Visite: 3151

Homo erectus: non era solo

homo erectus

L'Homo erectus conviveva con altre due specie? A sostenerlo uno studio riportato dal magazine Nature che si riferisce ad una scoperta fatta in Kenya, nell'ambito delle ricerche sull'evoluzione umana. Gli “intrusi” in questione sarebbero altre due specie del genere Homo, l'Homo habilis e l'Homo rudolfensis, rispettivamente risalenti tra 1,78 e 1,95 milioni di anni fa.

Ultima modifica: Venerdì, 10 Agosto 2012 20:12

Visite: 2546

Eruzione vulcanica: non provocò l'estinzione dell'uomo di Neanderthal

Eruzione Vulcano

La scomparsa dell’uomo di Neanderthal è un tema che da lungo tempo suscita interesse e curiosità nella comunità scientifica. Si registra infatti un vivo dibattito tra chi sostiene che la causa principale dell’estinzione fu il cambiamento climatico, chi invece imputa un maggior peso alla minore capacità di sopravvivenza dell’uomo di Neanderthal rispetto all’Homo sapiens. Un nuovo studio in materia, realizzato da un gruppo di circa quaranta ricercatori, guidati da John Lowe of Royal Holloway dell’Università di Londra, potrebbe gettare nuova luce sulla questione.

Ultima modifica: Giovedì, 02 Agosto 2012 11:29

Visite: 2927

In Antartide in passato crescevano le palme

ghiacchym

Anche in Antartide crescevano le palme. L'albero tipico dei paesi tropicali era presente anche al Polo Sud. Lo ha scoprerto uno studio condotto dai ricercatori dell'Università di Glasgow.

Ultima modifica: Venerdì, 03 Agosto 2012 09:09

Visite: 1770

NextMe.it è un supplemento di greenMe.it Testata Giornalistica reg. Trib. Roma, n° 77/2009 del 26/02/2009 - p.iva 09152791001 - © Copyright 2009-2012

Top Desktop version