I 20 oggetti che tra 20 anni non useremo piu'

fax

Quali sono i venti oggetti che, in futuro, faranno parte di ricordi e di nostalgie amarcord? Come nei film per la tv che giungono direttamente oltreoceano, la scatola dei ricordi ricorre spesso negli intrecci delle trame per adolescenti. Quando una scatola del tempo viene riaperta, ne emergono oggetti intrisi di polvere e di vita passata. Dunque, quali saranno gli oggetti che oggi fanno parte della nostra quotidianità, ma destinati a scomparire nel giro di soli vent'anni?

Gli occhiali. Di fogge e di colori sempre diversi, gli occhiali potrebbero non vedere l'alba delle prossime due decadi. Le operazioni chirurgiche sempre più sofisticate, infatti, ne indeboliscono l'utilità, mentre una notevole ascesa la stanno acquisendo quelli da sole, sempre più considerati accessorio di moda.

Il portafogli. Carte di credito, bancomat e postepay fanno della banconota un accumulo di carta che occupa solo spazio. Il portafogli dei nostri nonni e papà potrebbero scomparire, anche perché, nell'era di Internet, i pagamenti via smartphone stanno per surclassare anche le carte di credito stesse.

Autoradio. Ricordate quando l'autoradio era estraibile (già di per sé un'innovazione) e la si portava sottobraccio? Bene, i moduli wireless integrati saranno la vera “musica per le nostre orecchie”. Accompagnati dagli immancabili smartphone e tablet, collegabili allo stereo della macchina.

autoradio

Chiavi. Decisamente fuori moda. Basta considerare che, oggi ormai in tutto il mondo le chiavi d'accesso alle stanze d'albergo sono delle comuni tessere. Ma le impronte digitali o della retina sembrano essere la vera “chiave” d'accesso al portone di casa. Corrente elettrica permettendo!

Il metro. Le nonne ma anche i falegnami usavano il metro per misurare ogni cosa. Oggi, basta una semplice, e spesso gratuita, applicazione sullo smartphone per avere una misurazione ancor più precisa.

I pupazzetti. Siamo sempre lì: i giochi scaricabili sulle applicazioni sono molto più attraenti per i bambini di ogni età. Inoltre, le stampe 3D, sicuramente più ecologiche, sono anche più riutilizzabili nel caso di gusti in continua evoluzione.

Lettore mp3. È il cugino del cellulare e il dispositivo che ha anticipato lo smartphone. Ma il suo destino è segnato. Almeno quanto quello del walkman.

lettore mp3

Batterie. Le batterie finiscono sempre sul più bello. Magari al culmine della nostra canzone preferita. Tuttavia, le batterie tradizionali inquinano. E, al giorno d'oggi, ogni cosa deturpi il nostro pianeta è da mettere al bando.

Fax. Pensateci: da quanto tempo non inviate un fax? Uno status d'eccellenza e di comunicazione istantanea negli anni '90, scanner e email hanno decisamente mandato in pensione il caro vecchio fax.

Francobolli. Ormai solo un cruccio per collezionisti. Il francobollo è oggi un'opera d'arte se associato ad un evento da conservare nel quaderno dei ricordi. Lettere e quant'altro, ormai, viaggiano sul filo invisibile dell'email.

3D. Siamo sinceri: quante volte al cinema ci siamo sentiti poco intelligenti con gli occhialetti 3D? Ebbene si, la tecnologia del futuro è già passata. I nuovi televisori, infatti, come i film trasmessi nelle sale, sono già passati di moda. La realtà virtuale è la nuova frontiera.

Pali telefonici. Antiestetici ai fini paesaggistici, non c'è che dire. I cavi in fibra, infatti, si rivelano molto più rispettosi dell'ambiente. E anche delle nostre foto naturalistiche!

Videocamera. Appassionati di tutto il mondo, unitevi. Oggetto da collezione, la videocamera, nei prossimi decenni, scomparirà, lasciando in eredità solo video e immagini di buona qualità. Le nuove compatte, ma anche gli stessi smartphone, sono in grado di catturare istanti ancor più precisi. E geniali a livello ottico.

Mouse. È simpatico il piccolo topolino da scrivania. Tuttavia, il mouse verrà letteralmente defraudato dalla sua posizione accanto al pc dal touch screen e dal touchPad.

mouse

Monitor. Sull'onda dei Google Glass, il monitor potrebbe scomparire. Il futuro delle immagini e dei video, infatti, potrebbe risiedere direttamente sugli occhiali.

Caricabatterie. Era l'oggetto che non doveva mai mancare in viaggio, per ricaricare batterie di ogni genere e per ogni congegno. Oggi, l'energia è trasportata col semplice contatto tra dispositivo e superficie di ricarica.

Orologio analogico e digitale. Chiedere l'ora non è mai stato così sofisticato come oggi. I moderni smartwatch, infatti, fanno impallidire qualsiasi congegno con lancette a nostra disposizione.

eReader. Sembra che il loro futuro sia oggi, ma gli eReader avranno vita breve. Pare che la nuova frontiera possa essere costituita dai tablet a due schermi: uno per una visualizzazione a colori, l'altro in elnk.

Compatte. Il fatidico “cheese” potrebbe non essere più rivolto alla compatta di fronte a noi. Chi la soppianterà? Ancora una volta, lo smartphone.

Lettore DVD. Se il DVD non c'è, nemmeno il suo lettore ha motivo di esistere. Stessa sorte dei CD, anche il DVD scomparirà per lasciare il posto a qualsiasi altro metodo alternativo di visualizzazione su computer, tablet e, ancora, smartphone.

Federica Vitale

Seguici su Facebook, Twitter e Google+

Leggi anche:

- Ecco come sarà il vostro smartphone fra 100 anni

- Computer quantistici: ecco come saranno i PC del futuro

Pin It

Cerca