La genetica in aiuto dei classici: nel 762 aC nacque l'Iliade

data iliade

Scoperta la data di stesura dell'Iliade e dell'Odissea di Omero: è il 762 aC. I due massimi poemi epici della letteratura greca antica hanno finalmente una data di nascita precisa. Per scoprirla gli scienziati dell'Università di Reading hanno utilizzano le stesse tecniche applicate ai geni per studiarne l'evoluzione.

La lingua dei due poemi è stata confrontata con il greco moderno e l'ittita, altra lingua indoeuropea del gruppo anatolico, parlata in Anatolia nel II millennio a.C. dall'omonimo popolo. Ed è così che il mistero della sua datazione potrebbe essere finalmente risolto.

A lungo si è discusso della possibilità che la storia della guerra di Troia e il ritorno di Ulisse nella sua Itaca non siano stati scritti da un solo uomo né all'epoca dei 'fatti'. Ma gli scienziati di Reading, in collaborazione con i colleghi americani dell'Università del New Jersey e i linguisti dell’Università di Santa Fe nel Nex Messico hanno cambiato approccio, decodificandone la storia genetica.

Le lingue si comportano esattamente come i geni”, ha detto Mark Pagel, teorico evoluzionista dell'Università di Reading. “Abbiamo cercato di documentare le regolarità nell'evoluzione linguistica nel vocabolario di Omero per vedere se la lingua si evolve proprio come fa il nostro modo di pensare. Se è così, allora dovremmo essere in grado di trovare una data per Omero”.

Tuttavia, dicono gli scienziati, è improbabile che sia esistito un solo autore dell'Iliade di nome Omero. Brian Rose, professore di studi classici e curatore della sezione del Mediterraneo della University of Pennsylvania Museum, ha detto che è chiaro che l'Iliade sia una raccolta nata dalla tradizione orale risalente al 13° secolo aC: “È un amalgama di un sacco di storie che sembravano concentrate sui conflitti in una particolare area del nord-ovest della Turchia”.

Ma gli scienziati che sono riusciti nell'intento di datare i poemi omerici hanno impiegato uno strumento linguistico chiamato Swadesh word list, una lista di parole raccolte tra il 1940 e il 1950 dal linguista americano Morris Swadesh. L'elenco contiene circa 200 concetti che hanno parole apparentemente in ogni lingua e di ogni cultura. Hanno poi cercato le parole nell'Iliade e ne hanno trovate 173. Poi hanno esaminato con le stesse tecniche della genetica le loro mutazioni nel tempo. Documentando la regolarità delle mutazioni linguistiche, Pagel e i colleghi hanno dato una linea temporale alla storia di Elena e degli uomini che sono morti per lei.

La ricerca è stata pubblicata su BioEssays.

Francesca Mancuso

Leggi anche:

- Il Noaa ne è certo: le sirene non esistono

Pin It

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico