Ritrovato un ragno intrappolato nell'ambra, risalente all'era dei dinosauri

ragno in ambra

Alcuni ricercatori statunitensi hanno trovato, intrappolato nell'ambra, una rara scena di un ragno dell’era dei dinosauri che attacca una vespa intrappolata nella sua tela.

Secondo i ricercatori il pezzo di ambra, che contiene 15 filamenti intatti di seta, costituisce la prima prova fossile di un ragno nel momento in cui assale una preda. Il fossile è stato scoperto in una miniera della Birmania e risale agli inizi del Cretaceo, tra 97 e 110 milioni di anni fa.

Questo giovane ragno stava per mangiarsi una piccola vespa parassita, ma non ha fatto in tempo”, ha spiegato George Poinar Jr., professore di zoologia alla Oregon State University. “A ritrovarsi intrappolata nella ragnatela era una vespa maschio ma, mentre guardava impotente il ragno che stava per assalirla, la resina dell’albero è scivolata ed ha imprigionato entrambi”.

Poinar e Ron Buckley, un collezionista di ambra del Kentucky, hanno descritto la scoperta in un articolo pubblicato nel numero di ottobre della rivista Historical Biology. Nell’articolo i due spiegano che, mentre ci sono diversi esempi di insetti catturati in una rete nell’ambra, “fino ad oggi non esisteva nessun fossile di un ragno che attacca la preda intrappolata nella sua rete”.

Il pezzo di ambra contiene, nella stessa rete, anche il corpo di un altro ragno maschio, che secondo gli autori potrebbe rendere il fossile la più antica testimonianza conosciuta del comportamento sociale dei ragni. Le specie del ragno e della vespa del Cretaceo si sono estinte, ma il tipo di vespa (Cascoscelio incassus) appartiene ad un gruppo che oggi è noto per parassitare le uova di ragno. L'attacco alla vespa da parte del ragno tessitore, della specie Geratonephila burmanica, potrebbe essere considerato quindi una vendetta.

Antonino Neri

Pin It

Cerca

Noi raccomandiamo Buono ed Economico