I dinosauri vivevano in acqua?

Dinosauri

Brian Ford, ricercatore dell’Università di Cambridge, ha cercato per lungo tempo risposta a una domanda che appassiona molti degli scienziati che si sono concentrati sul periodo giurassico e in particolare sullo studio di creature affascinanti come i dinosauri. Quale ragione evolutiva può spiegare le loro code di enormi dimensioni?

La coda costituisce infatti un grosso ostacolo al movimento e costringe il dinosauro a una significativa fatica per tenerla sollevata dal terreno, a fronte di vantaggi trascurabili in termini di maggiore adattamento all’ambiente. Tale considerazione però si basa sul fatto che i dinosauri fossero animali di terra. Proprio questa sarebbe invece l’ipotesi da rivedere: secondo Ford le enormi creature passavano in realtà la maggior parte del tempo in acqua.

Questo spiegherebbe diversi fatti fino a oggi considerati strani, di difficile comprensione. Uno su tutti: perché, in corrispondenza delle numerose serie di impronte fossili di dinosauri, rilevate a diverse latitudini, non si individuano anche i segni di un trascinamento della coda?

Ciò è perfettamente spiegabile alla luce della nuova teoria formulata da Ford: si può ipotizzare infatti che i dinosauri si muovessero sul fondale di laghi. Le loro zampe poggiavano di tanto in tanto sul fondo del lago, mentre la coda veniva usata come aiuto per il movimento. Ciò conferirebbe un significativo vantaggio in termini di adattamento all’ambiente: rendendo comprensibile, anche in termini evolutivi, la presenza della coda.

Damiano Verda

Pin It

Cerca