Nextme

Solstizio d'inverno e 21 dicembre 2012: cosa si cela dietro questa data

 stonehenge megaliti

Il solstizio d'inverno quest'anno si colora di sfumature diverse. Forse più calde se pensiamo al fatto che entreremo ufficialmente in inverno il 21 dicembre. Molte profezie sulla fine del mondo, come sappiamo, circondano questa data perché corrisponde all'ultimo giorno del calendario Maya. Ma tralasciando per un attimo la coincidenza della data e cercando di non collegare il solstizio con una profezia, cerchiamo di conoscere meglio cosa realmente significhi questo passaggio stagionale dai caldi colori dell'autunno ai freddi toni dell'inverno.

 Cosa succede durante il solstizio d'inverno? Il Polo Nord è inclinato più lontano dal Sole al momento del solstizio. Quello di dicembre si verifica quando il Sole raggiunge la sua declinazione più meridionale di -23,5 gradi. In altre parole, quando il Polo Nord è inclinato a 23,5 gradi di distanza dal sole. In base al calendario gregoriano, il solstizio di dicembre si verifica ogni anno in un giorno tra il 20 dicembre e il 23 dicembre. In occasione di tale data, tutti i posti al di sopra di una latitudine di 66,5 gradi a nord, ossia al Circolo Polare Artico, sono avvolte dall'oscurità; mentre nella direzione opposta, quindi ad una latitudine di 66,5 gradi a sud, nel Circolo Polare Antartico, si ricevono 24 ore di luce.

Il Sole si trova allo zenit sul Tropico del Capricorno nell'emisfero meridionale durante il solstizio di dicembre. Questa posizione contraddistingue anche il giorno più lungo dell'anno, in termini di ore di luce per coloro che vivono a sud dell'equatore. Quelli che vivono o viaggiano a sud del Circolo Polare Antartico, verso il Polo Sud, saranno in grado di vedere il suggestivo Sole di mezzanotte in questo periodo dell'anno. Al contrario, per un osservatore nell'emisfero nord, il solstizio di dicembre segna il giorno dell'anno con meno ore di luce. Quanti vivono o viaggiano a nord del Circolo Polare Artico, verso il Polo Nord, non avranno la possibilità di scorgere luce solare in questo periodo dell'anno.

Il solstizio d'inverno nel calendario. I solstizi del 20 e il 23 dicembre si verificano meno frequentemente di quelli del 21 o del 22. L'ultimo solstizio caduto in concomitanza del 23 dicembre si verificò nel 1903 e non si verificherà di nuovo fino all'anno 2303. al contrario, i solstizi del 20 dicembre si sono verificati in passato molto più raramente e il prossimo ricorrerà nel corso dell'anno 2080.

Come per il solstizio di giugno, il solstizio di dicembre cade in date diverse e ciò è dovuto principalmente al sistema del nostro calendario. Il calendario gregoriano, che viene utilizzato nella maggior parte dei paesi occidentali, ha 365 giorni in un anno comune e 366 giorni in un anno bisestile. Tuttavia, l'anno tropico, ovvero il periodo di tempo necessario per il Sole per ritornare alla stessa posizione nel ciclo delle stagioni, è diverso per l'anno solare. L'anno tropico è di circa 365.242199 giorni ma varia di anno in anno per l'influenza di altri pianeti. L'esatto moto orbitale e quotidiano di rotazione della Terra, come ad esempio l'oscillazione dell'asse terrestre (la precessione), contribuisce anche a rendere mutevoli e varie le date del solstizio.

La posizione relativa all'asse della Terra cambia durante il ciclo delle stagioni. SI deve a questo fenomeno la ragione per cui l'altezza del Sole sopra orizzonte modifichi durante l'anno. E ciò è anche responsabile delle stagioni attraverso il controllo della intensità e della durata della luce solare ricevuta in varie località in tutto il pianeta.

Federica Vitale

Leggi anche: 

- Solstizio d'estate: i segreti del giorno più lungo dell'anno

- Fine del mondo o no, le 10 cose da sapere sui Maya

 

NextMe.it è un supplemento di greenMe.it Testata Giornalistica reg. Trib. Roma, n° 77/2009 del 26/02/2009 - p.iva 09152791001 - © Copyright 2009-2012

Top Desktop version